Vibo Valentia
 

'Ndrangheta, Prefettura di Vibo: "Massima attenzione verso famiglia Vinci"

vibovalentia-prefettura-Si è tenuta nella Prefettura di Vibo Valentia una riunione di coordinamento delle forze di polizia, presieduta dal Prefetto Roberta Lulli, alla quale ha preso parte il procuratore distrettuale antimafia di Catanzaro, Nicola Gratteri.

Al centro della riunione, secondo quanto riportato in una nota della prefettura, le notizie recentemente apparse sugli organi di informazione, in merito alla sicurezza della famiglia di Matteo Vinci, vittima di un attentato effettuato con un'autobomba nel 2018, sin dall'indomani del tragico evento. Dopo la condanna dei presunti mandanti, fra cui Rosaria Mancuso, esponente dell'omonimo clan di Limbadi (VV), nei giorni scorsi era stato scarcerato il marito della donna, prosciolto dalle accuse sull'omicidio ma accusato di aver aggredito la famiglia Vinci per ragioni di cattivo vicinato. Da qui le proteste della famiglia Vinci.

"La Prefettura di Vibo Valentia - si legge nel comunicato - conferma l'attenzione esistente sulla situazione relativa alla sicurezza della famiglia di Matteo Vinci, vittima dell'efferato attentato perpetrato nel 2018, sin dall'indomani del tragico evento".