Vibo Valentia
 

Anche a Milano manifestazione per Soumaila Sacko, durante il corteo bruciata la bandiera della Lega

manifestazione Soumaila Sacko 9 giugnomilanoHa preso il via a Milano la manifestazione dopo la morte di Soumaila Sacko, il migrante maliano ucciso nel Vibonese il 2 giugno scorso. Il corteo, partito da via Palestro e diretto in Stazione Centrale, è composto da circa mille persone. Decine le associazioni che partecipano alla manifestazione, fra cui Libera, I Sentinelli, Naga, Coordinamento Arcobaleno, Usb, collettivi studenteschi e il centro sociale Cantiere. Numerosi gli striscioni e i cartelli contro il razzismo e a favore dei diritti degli immigrati, ma anche contro le politiche del governo e della Lega di Matteo Salvini. 'Salvini, la pacchia è finita ma per voi', 'Ucciso prima dalla mafia e poi dal vostro razzismo', 'Nessuna persona è illegale', 'Lavoro, dignità è pari diritti', si legge su alcuni cartelli.

Nel corso della manifestazione per ricordare Soumaila Sacko, il migrante sindacalista di 29 anni ucciso il 2 giugno in provincia di Vibo Valentia, alcuni esponenti dei centri sociali hanno dato fuoco a una bandiera della Lega. Al corteo sono molti i cartelli e gli striscioni contro il partito e il suo leader, Matteo Salvini.

(Foto Ansa)