Vibo Valentia
 

Anche Vibo Valentia celebra la Giornata nazionale degli alberi

Il 21 novembre anche Vibo Valentia celebra la Giornata Nazionale degli Alberi istituita come ricorrenza nazionale con una legge della Repubblica entrata in vigore dal febbraio 2013. L'iniziativa promossa dalla FitoGirl di Stefania Labadessa.

L'obiettivo della ricorrenza è quello di valorizzare l'importanza del patrimonio arboreo e di ricordare il ruolo fondamentale ricoperto da boschi e foreste.

Per celebrare la giornata sono previsti diversi momenti e incontri per conoscere meglio gli albeti, anche attraverso la piantumazione di nuove piante. Sono tre scuole del vibonese interessate dal progetto: l'Istituto Comprensivo Murmura, l'Istituto Comprensivo primo Circolo (Don Bosco) e l'Istituto Comprensivo Amerigo Vespucci di Vibo Marina. Le tre scuole sono state coinvolte nella commemorazione di questa giornata dedicata alla natura con un programma che prevede sia un momento divulgativo, ed un momento celebrativo, da svolgersi all'aperto, per festeggiare la piantumazione di un nuovo albero negli spazi verdi di pertinenza della scuola. Il progetto è stato possibile grazie al patrocinio del Comune di Vibo Valentia ed alla disponibilità di Algem natura (giovane azienda del settore erboristico di San Marino) e di Eko Green (nuovo vivaio vibonese) che hanno sponsorizzato l'evento e donato ad ogni scuola un albero di tiglio.

La giornata di festa si concluderà, nel pomeriggio di martedi dalle ore 16,30 con la presentazione nella sala teatro della Scuola Elementare Don Bosco, del libro - edito da Tecniche Nuove Milano - "Le erbe della salute sul balcone" di Stefania La Badessa, farmacista e scrittrice, esperta di piante medicinali e medicine complementari. L'autrice sarà presentata ed intervistata da Michele La Rocca, giornalista ed avvocato.

Oltre a collaborare con riviste di settore e periodici femminili sui temi della fitoterapia e della medicina naturale, la Labadessa, che vive e lavora a Vibo Valentia, svolge attività didattica e formativa in sede di congressi, seminari e corsi di aggiornamento. Si occupa di divulgazione scientifica anche a livello televisivo: ha ideato e condotto un programma di medicina naturale per la rete televisiva calabrese La C e fornisce occasionalmente consulenza anche su media nazionali, quali la Rai. e TV2000. Con Tecniche nuove aveva già pubblicato Medicina Naturale per la donna (2015).

Nella sala teatro della scuola Don Bosco, diretta da Mimma Cacciatore, la chiusura della giornata di festa prevede un momento di convivialità grazie ad un piccolo rinfresco del quale saranno protagonisti tisane (offerte dalla farmacia Dott. La Badessa Pasquale- Pannaconi) e prodotti tipici del territorio e non, capaci fornire un esempio di sana ma gustosa alimentazione (offerti da Market Catania, Vibo Valentia).

Faranno da degna cornice naturale all'evento alcune opere creative di Paola Siciliano (Ecoart), realizzate a partire dal riciclo di elementi naturali ed esposte nel pomeriggio nei locali della Scuola nella sede della presentazione.

Perché scegliere un Tiglio?

Il tiglio comune, nome diffuso per Tilia vulgaris, è un albero molto bello, appartenente alla famiglia delle Tiliacee. Il suo nome deriva dal termine greco "ptilon" con il significato di ala, in riferimento alla sua brattea fogliacea che agevola la diffusione dei grappoli di frutto grazie al soffiare del vento.

Il tiglio è uno degli alberi sacri a molti popoli europei dei tempi antichi, in particolare ai popoli slavi. Le città tedesche avevano spesso nel loro punto centrale un piccolo gruppo di tigli come luogo d'incontro sotto la piacevole ombra. Era usanza frequente piantarli nei luoghi destinati agli incontri sociali e culturali, poiché si sapeva che la presenza del tiglio dona calma e benessere alle persone e favorisce la comprensione nelle relazioni. Le tradizioni più antiche parlano anche della sua capacità di rasserenare l'animo umano, di far ritrovare - quando ci si sente stanchi e stressati - la concentrazione e l'energia giusta per affrontare la giornata.

Senza dimenticare infine le proprietà curative di questa pianta che è una grande risorsa per il benessere dell'uomo: fin dall'antichità il tiglio è stato utilizzato dagli erboristi, perché i suoi fiori hanno qualità sedative capaci di favorire calma e relax, mentre altre parti del tiglio sono un rimedio per i nervosi, gli insonni, gli intellettuali stanchi.