Reggio Calabria
 

Reggio, il comitato di quartiere Santa Caterina San Brunello: "Aperti alla partecipazione di tutti i residenti delle zone territorialmente interessate"

"Il Direttivo del Comitato di Quartiere Santa Caterina San Brunello, - si legge in una nota - costituito a seguito di riunioni pubbliche in data 25/06/2019, ai sensi degli articoli 12 e ss del Regolamento Comunale DCC 95 del 2016 e dell'art. 8 del TUEL, in forma apartitica, senza alcuno scopo di lucro, è aperto alla partecipazione di tutti i residenti delle zone territorialmente interessate.

Secondo regolamento comunale il Comitato di Quartiere, assolve le principali funzioni di consentire la partecipazione dei cittadini alla gestione amministrativa comunale, compreso la formazione del DUP e del bilancio di previsione, oltre ad intervenire con funzioni di controllo dell'azione comunale attraverso assemblee di quartiere.

Tra le finalità del Comitato di Quartiere propedeutico ai Comitati Territoriali, sono comprese attività quali l'approfondimento dei problemi e il miglioramento delle condizioni di vita del quartiere; il confronto con gli organi responsabili del comune; la formulazione di proposte in ordine alla gestione pubblica di servizi sociali, urbani, ambientali, socio-sanitari e culturali; la promozione di iniziative per migliorare lo sviluppo culturale, le istituzioni scolastiche, l'assistenza sociale, le infrastrutture e trasporti pubblici, la salute degli abitanti, la sicurezza sociale, la tutela dell'ambiente, il verde, gli impianti sportivi del quartiere; il provvedere allo svolgimento di manifestazioni di interesse collettivo; il salvaguardare i valori tradizionali e stimolare l'interesse della pubblica opinione sui problemi principali del quartiere.

Lo scrivente Direttivo, sente il dovere oggi di informare la cittadinanza riguardo alla neo formazione di comitati di scopo significativamente elettoralistico, già annunciati da qualche mese, che tendenziosamente intendono disorientare i cittadini dall'uso dei propri diritti. In particolare, il Direttivo intende chiarire alla cittadinanza interessata, che la comunicazione mezzo stampa da parte di un neo "comitato" di ex consiglieri circoscrizionali (legati dal una identica posizione partitica) relativa al fatto che " dai primi giorni di luglio anche gli uffici della (EX) 3 Circoscrizione del Comune potranno direttamente rilasciare o rinnovare le carte d'identità elettroniche" appare utile esclusivamente a dispensare ringraziamenti a cariche istituzionali e non, e ricevere un plauso a fronte di un'attività non ben definita di detto comitato "di scopo" e non civico.

Appare poco spontaneo né in linea con le vigenti normative, infatti, presentarsi in prossimità delle elezioni con un neo comitato, privo, di fondamento giuridico, visto che sulla medesima zona è stato costituito il Comitato scrivente ai sensi del vigente Regolamento Comunale, invitando tra l'altro anche gli ex consiglieri di circoscrizione, autori dell'articolo, a farne parte al di fuori delle logiche di partito.

Questo Comitato pertanto ribadisce e sostiene la partecipazione di tutti i cittadini che abbiano come obiettivo l'attività civica tesa allo sviluppo del territorio e non delle segreterie politiche.

A tal riguardo si ricorda che è vigente il diritto di ricevere presso il proprio domicilio la carta d'identità elettronica come stabilito per legge, ogni utile informazione può essere dedotta dal sito ministeriale https://www.cartaidentita.interno.gov.it/i/, peraltro già attivo presso la stessa sede da oltre un anno.

Auspicando quindi una maggior correttezza nell'operato di chi sostiene l'attuale amministrazione comunale, si specifica che il direttivo dei Comitati Civici previsti dal vigente Regolamento non possono e non devono essere riconducibili a candidati a cariche istituzionali, né a maggior ragione ricoprire contestualmente incarichi politici, al fine di evitare conflitti di interessi o partecipazioni condizionate alla vita cittadina.

Infine si Invitano i residenti dei quartieri interessati ad aderire al Comitato di Quartiere S.Caterina-S.Brunello, costituitosi secondo le vigenti normative, nonché aperto alla partecipazione indiscriminata di tutti i residenti e che consente una rappresentanza civica presso le Istituzioni".