Reggio Calabria
 

La Mediterranea in vacanza-studio sulla Costa degli dei

La Costa degli dei ha fatto da sfondo alla VI edizione della Conferenza internazionale su "Current Issues and Future Challenges of Private Law", svoltasi dal 4 al 6 Ottobre a Capo Vaticano. Per i circa 60 partecipanti si è rivelata un'occasione straordinaria di condivisione con studiosi e relatori di differenti nazionalità (italiani, russi, polacchi, argentini, peruviani, brasiliani e spagnoli) presso il bellissimo residence "Eden", a pochi km da Tropea.
La tre giorni, co-organizzata dal Master Internazionale in diritto privato europeo e dal MICHR (Mediterranea International Centre for Human Rights Research), in collaborazione con il Movimento Contaminiamo i Saperi, il Dipartimento DiGiES dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, ha destato l'interesse di molteplici Atenei stranieri (europei, russi e sudamericani).
Seminari su temi legati al diritto privato ed ai diritti fondamentali dell'uomo sono stati il fulcro di questa edizione, alternati a momenti di vivacità e di convivialità (tramite la prassi, ormai consolidata, della Corrida).

I lavori sono stati aperti nel pomeriggio del 5 Ottobre dal Direttore del MICHR, il Prof. Angelo Viglianisi Ferraro, il quale ha ceduto la parola ai relatori stranieri. Fra di essi, personalità eminenti quali Juan Antonio Travieso, professore ordinario di Buenos Aires e Premio UNESCO del 1995, nonché gli studenti ed i docenti del master in diritto privato europeo, fra cui Edyta Rutkowska Tomaszewska e Magdalena (Polonia), Carlos Acosta Olivo (Perù), Silvina Veronica Arcaro (Argentina), Cristobal Martinez (Spagna), Soraya Rakowitz (Brasile), Nicolas Salvi (Argentina), Davide Nicoletta (Italia).
Per concludere, nella mattina del 6 Ottobre, le studentesse russe della Plekhanov Russian University of Economics, accompagnate dalla prof. Elena Alasaniia e dalla direttrice del Dipartimento, prof. Kira Trostina, hanno illustrato le principali attività didattiche del plesso universitario, invitando dunque i ragazzi ad intraprendere una stimolante esperienza di studio all'estero.
Visibile è stata la soddisfazione dei partecipanti, per cui ci si augura che un'ulteriore edizione possa apportare conoscenze altrettanto fruttuose ed arricchire il bagaglio culturale degli studenti.