Reggio Calabria
 

Reggio, dal 21 giugno la mostra “Di Morgana, dell’amore e di altri delitti” a cura di Elmar Elisabetta Marcianò

Il prossimo 21 giugno, a piazza Italia, si incontreranno le opere di tre artisti contemporanei: i reggini Giuseppe Bonaccorso, Antonio Giuffrè e il casertano Giuseppe della Volpe. I tre saranno impegnati a dialogare tra loro intorno ai misteri più profondi dell'umanità esplorando: il mito, gli archetipi, il simbolismo, le icone misteriche.

Promossa dall'associazione culturale IN.SI.DE. e patrocinata dal comune di Reggio Calabria, assessorato alla valorizzazione dei beni culturali la mostra Di Morgana, dell'amore e di altri delitti a cura di Elmar Elisabetta Marcianò, sarà spunto per dialogare con i visitatori, motivo di confronto e crescita. Le opere, installate all'interno del sito, ognuna secondo specifiche diverse si presenteranno come piccole porte aperte sul precipizio del mistero. Opere "distanti" quel tanto che basta a suscitare curiosità, turbamenti e domande. Bonaccorso, Giuffrè e della Volpe si sono già fatti conoscere su tutto il territorio nazionale grazie ad una carriera che li sta vedendo impegnati, già da tempo, in diverse esposizioni e collaborazioni. La mostra sarà visitabile fino al prossimo 7 luglio secondo gli orari di apertura dell'Ipogeo tutti i giorni: mattina 10:00/12:30 – pomeriggio 18:00/20:00.