Reggio Calabria
 

Reggio, Minniti (Pd): "Inaccettabili dichiarazioni di Castorina, manterremo discussione democratica all'interno del partito"

"Non credo possa passare il messaggio del Consigliere Castorina che cerca in ogni costo di screditare il mio ruolo di politico e di Consigliere Comunale attraverso gratuite esternazioni stracolme di morbose velleità personali.
Mi ribello all'idea che chi in politica non conosce emozioni ed è perfino disposto a passare sulla testa della persona più cara, pur di ottenere profitto, possa giudicare il mio operato e provocare, persino, danni alla stessa credibilità del Partito Democratico.
Castorina ha ragione quando parla del gap culturale, politico ed umano che ci divide; come potrebbe non essere così, visto che ci separa una storia, la mia, costruita in anni di lavoro, all'insegna di tante battaglie sempre a favore degli ultimi, dalla cronaca, la sua, congegnata su una valanga di espedienti mascherati da perbenismo politico?". Lo sostiene Giovanni Minniti, Consigliere Comunale Partito Democratico.

"Il mio impegno ed i risultati ottenuti nel settore del Patrimonio Edilizio nella città di Reggio risiedono nella mente della stragrande maggioranza di cittadini, sarà difficile per Castorina screditare questa esaltante esperienza vissuta da Assessore, prima, con il Sindaco Italo Falcomatà e da militante protagonista, poi, dei numerosi comitati di lotta.
Comprendere il motivo delle mie dimissioni da Delegato al Patrimonio Edilizio non è alla portata di Castorina, c'è troppa distanza nella concezione della politica e nel significato di dignità umana.
Va riconosciuto alle nuove generazioni il ruolo e la responsabilità di costruire qualcosa di buono e di meglio rispetto a ciò che non siamo riusciti a fare noi; pensare, però, che ci si può incappare in giovani nati già vecchi, rattrista.
Credo che Castorina debba modificare il suo comportamento, in special modo nei confronti della maggioranza cui fa parte; eviti di esaltare pretestuosamente i risultati elettorali del Partito Democratico nel mentre fa proseliti all'interno del Gruppo Comunale PD per disertare le riunioni di maggioranza.
Eviti, pure, di immaginare una posizione a suo favore che non sia quella a sostegno di questo Sindaco e della squadra che lo sostiene.
Per quanto ci riguarda manterremo sempre alta la discussione, con il laboratorio politico Jan Palach, all'interno del Partito Democratico, testimoniando la nostra fedele appartenenza, ma pretendendo un cambio di passo nell'azione politica del Partito in Calabria ed a Reggio in particolare; lo faremo da vecchi militanti con i valori e la coerenza di sempre".