Reggio Calabria
 

Cdm a Reggio, Ugl Calabria: “Servono interventi concreti per lavoro, sanità e cultura”

"E' una decisione importante quella di celebrare un Consiglio dei ministri a Reggio Calabria. Un segnale di attenzione per il nostro martoriato territorio e per la popolazione che lo abita, ma è anche forte il rischio di trasformare l'appuntamento nell'ennesima passerella". Il segretario regionale della Ugl Calabria Ornella Cuzzupi, lancia un appello al premier Giuseppe Conte alla vigila della seduta del Consiglio dei ministri che avrà luogo a Reggio Calabria.
"Le elezioni europee sono ormai a un tiro di schioppo – afferma Ornella Cuzzupi – e il rischio di strumentalizzare la riunione, da parte di tutte le forze politiche, è assai alto".

"Come esponente del mondo sindacale – afferma ancora il segretario regionale della Ugl Calabria – consapevole della difficoltà che i cittadini calabresi e i lavoratori di questa Regione incontrano quotidianamente chiedo agli esponenti del Governo nazionale di arrivare con proposte concrete che possano lenire le necessità primarie dei nostri territori. Lavoro, sanità e cultura sono all'anno zero in Calabria e senza interventi seri e mirati in questi settori anche la lotta alla 'ndrangheta per l'affermazione del principio di legalità rimane priva di senso. Anche sul futuro del porto di Gioia Tauro il sindacato attende di capire quali siano le intenzioni dell'esecutivo e quali i piani per realizzarle. Aspettiamo fiduciosi dei segnali concreti anche per le Amministrazioni comunali in pesante crisi economica e che l'attenzione del premier Conte non duri lo spazio di qualche ora, ma possa trasformarsi in una cura costante per il nostro territorio. Quella che è sempre mancata da parte dei governi nazionali degli ultimi 40 anni".