Reggio Calabria
 

Reggio, Festival Miti Contemporanei: il regista Matteo Tarasco incontra gli studenti del “Volta”

Un incontro coinvolgente, in cui i giovani, trasportati dalla capacità di Matteo Tarasco di interagire con loro e di interessarli, hanno viaggiato dalla quotidianità della loro vita alla comprensione del mito, nella sua contemporaneità, nel suo valore universale, quello di generare identità.

Il regista veronese, tra i protagonisti del Festival "Miti Contemporanei"(lo scorso anno ha diretto lo spettacolo "Penelope", mentre quest'anno proporrà "Metamorfosi"), ha incontrato stamattina - dopo l'introduzione della professoressa Anna Borrello, collaboratore vicario del Liceo, e di Teresa Timpano, direttore artistico del Festival -gli studenti del Liceo scientifico "Volta" di Reggio Calabria, per parlare, appunto, di "Mito e contemporaneo": ma non si è trattato di una "classica" conferenza-lezione, bensì di un momento di confronto che ha, appunto, coinvolto, conquistato i ragazzi, grazie alla capacità di Tarasco di costruire una narrazione, partendo dalle parole degli studenti, tra momenti divertenti che hanno lasciatospazio - in un percorso che nasceva naturalmente - all'analisi di ciò che il mito è e di ciò che può rappresentare oggi per tutti noi.

Un momento davvero unico, che ha visto i ragazzi partecipi, interessati. Matteo Tarasco ha saputo abilmente portare il teatro, la letteratura, il mito nella loro quotidianità, parlando di scrittura, sogni, vita.Rendendo il mito, dunque, contemporaneo.

Il primo appuntamento tra quellidedicati ai più giovani dà così il via, nel migliore dei modi, alle attività che il Festival ha programmato per i ragazzi e per le scuole.
"Miti contemporanei" entrerà nel vivo dal 22 novembre, con gli spettacoli serali, secondo un ricco programma che verrà illustrato nei dettagli - alla presenza di numerosi artisti - nel corso della conferenza stampa che si svolgerà domani, martedì 20 novembre, alle ore 16, alla Pinacoteca.