Reggio Calabria
 

Reggio, “Novembre azzurro” al MArRC per fare luce sulla salute maschile

Patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dal Ministero della Salute, dell'Istituto di Sanità e dall'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari regionali, "Novembre Azzurro", la campagna nazionale di sensibilizzazione sul tumore alla prostata e sulla salute maschile ha avuto questa settimana i Bronzi di Riace come testimonial per promuovere una maggiore consapevolezza sul corpo maschile e per la prevenzione delle patologie.
Si stima siano circa 460mila gli italiani con una diagnosi di carcinoma prostatico, che è la neoplasia più frequente nella popolazione maschile dei Paesi occidentali e rappresenta quasi il 30 percento dei casi di tumore maschile. Oltre 14milioni sono a rischio di patologie prostatiche per fascia d'età, familiarità o altri fattori. Soltanto nel 2018 si calcolano circa 35mila nuove diagnosi, di cui 1.050 in Calabria. Il carcinoma prostatico rappresenta, nell'ultimo decennio, oltre il 20 percento dei tumori diagnosticati a partire dai 50 anni di età. Serve, dunque, maggiore consapevolezza del corpo e dei corretti stili di vita, fin dalla più giovane età, per prevenire le malattie e ridurre la mortalità per i tumori.

Il MArRC ha ospitato, per l'occasione, la tavola rotonda sul tema "Il tumore prostatico: il nuovo nemico del terzo millennio. Dalla prevenzione alla terapia". "La storia e l'arte antica sono strumenti efficaci per comprendere la nostra identità, personale e culturale – ha commentato il direttore del Museo, Carmelo Malacrino - . I Bronzi di Riace, con la loro bellezza estetica e perfezione artistica, diventano oggi il veicolo per una informazione di utilità sociale, per ricordare a tutti che la salute è il bene più prezioso".
"Abbiamo scelto i Bronzi di Riace come simboli della prima campagna Novembre Azzurro di informazione perché si tratta di sculture magnifiche, che possono far arrivare a tutti il nostro invito a essere informati e consapevoli della propria salute», dichiara la presidente di Europa Uomo Maria Laura De Cristofaro. "Il tumore alla prostata è una patologia che incide moltissimo sul vissuto, come il tumore al seno per le donne. Gli uomini, però, sono solitamente poco inclini alla prevenzione. La prostata non deve essere più un tabù – continua – e deve aumentare la consapevolezza che la conoscenza del corpo e le buone abitudini di vita sono alla base della prevenzione delle malattie. Con Novembre Azzurro, per la prima volta in Italia si organizza una campagna d'informazione organica, in questa prima edizione in cinque regioni (Lazio, Calabria, Campania, Piemonte e Lombardia), con particolare attenzione al Meridionale. Inoltre – continua la De Cristofaro - abbiamo deciso di impegnarci per il Sud Italia, facendo nascere in Calabria l'esperienza de I venerdì di Europa Uomo: un incontro settimanale dove uomini che iniziano un percorso diagnostico o terapeutico si confrontano, anche supportati da specialisti. Abbiamo trovato in Calabria un'accoglienza e una generosità straordinarie da parte di medici, presidi delle scuole, studenti e volontari e vogliamo impegnarci per far crescere il legame con questa Regione".