Reggio Calabria
 

Orange revolution e Carta dei diritti della bambina a Villa San Giovanni (RC)

Giovedì 11 ottobre nell'aula magna della scuola elementare Giovanni XXIII, la FIDAPA sezione di Villa san Giovanni ha inaugurato l'anno sociale 2018/19 insieme all'Amministrazione comunale della città,celebrando la giornata internazionale delle bambine e delle ragazze promossa da Terre des Hommes nell'ambito della campagna di sensibilizzazione,prevenzione e contrasto della violenza, degli stereotipi e delle discriminazioni di genere denominata orangerevolution.Presenti le autorità cittadine nella persona del sindaco Giovanni Siclari , della vicesindaco e assessore alle politiche sociali Maria Grazia Richichi, della delegata alle pari opportunità Aurora Zito ,della delegata alla legalità Maria Giovanna Santoro, del presidente del consiglio comunale Antonino Giustra,del comandante dei vigili urbani Donatella Canale e dell'assessore alla viabilità Massimo Morgante.

Presente il presidente della Corte d'Appello di Reggio Calabria dott. Luciano Gerardis,la dirigente scolastica Grazia Trecroci,la presidente della FIDAPA di Villa San Giovanni Giovanna Ferrante e la referente della Carta dei diritti della bambina Mariella Lucisano, carta che l'associazione FIDAPA BPW ITALY ha proposto agli enti locali del territorio nazionale per sensibilizzare l'opinione pubblica ad un'azione mirata di contrasto alla drammatica emergenza della violenza di genere ed è stata adottata dall'amministrazione comunale villese con delibera del 30 aprile u.s .Dopo i saluti del sindaco G.Siclari che ricorda la vicinanza ed il supporto dell'amministrazione comunale alle attività svolte in vent'anni dalla FIDAPA sul territorio villese ed il sostegno ai cittadini contro ogni forma di violenza ,prende la parola la dirigente Trecroci che sottolinea l'importanza di educare i giovani al rispetto tra i sessi e alla valorizzazione delle differenze di genere senza pregiudizi e discriminazioni. Continua quindi la vicesindaco Rechichi che ribadisce questa importante sinergia tra le istituzioni presenti sul territorio per contrastare gli abusi su bambine e bambini e la necessità di tutelarli. Fa seguito l'intervento del presidente Gerardis il quale apprezza l'iniziativa della Fidapa e di tutte quelle associazioni di volontariato che hanno a cuore la salute psicofisica dei minori e sono risorse utili alla società in quanto tese a raggiungere scopi di interesse collettivo. La presidente Ferrante illustra poi come la missione della FIDAPA,che in Italia conta quasi 11 mila iscritte ed è la più grande federazione europea, sia proprio quella di adoperarsi per rimuovere ogni forma di discriminazione a sfavore delle donne sia nell'ambito della famiglia che in quello del lavoro, nel rispetto delle norme vigenti in materia di pari opportunità ed incoraggiare le donne ad un continuo impegno e ad una consapevole partecipazione alla vita sociale, amministrativa e politica ,adoperandosi per rimuovere gli ostacoli ancora esistenti,valorizzando le competenze e la preparazione delle socie.Conclude M.Lucisano che mette in luce i principi contenuti nella Carta ed il lavoro svolto negli anni insieme al gruppo di lavoro ed alle istituzioni per la divulgazione della stessa.La manifestazione è stata intervallata dalle performances degli alunni guidati dalle insegnanti Laura Benedetti Isidori e Simona Barca e dalla esibizione di interessanti cartelloni a tema eseguiti in classe,confermando l'attento lavoro dei docenti dell'I.C. Giovanni XXIII mirato alla formazione di futuri cittadini consapevoli.