Reggio Calabria
 

Rioepi (Fratelli d'Italia): "Il Centrodestra è unito per spazzare via Falcomatà"

"Un plauso a Forza Italia per aver accolto anche il nostro invito e realizzato un importante incontro con i vertici provinciali dei partiti di centrodestra reggini in un momento storico altamente strategico e determinante per le future sorti della nostra città. La riunione di ieri ha sancito l'inizio di un importantissimo percorso di rinascita per una ormai vessata Reggio Calabria.

Il dato politico importante è che il centro destra si è unito nel presentarsi ufficialmente alle prossime amministrative con un solo obiettivo: sfrattare il peggior sindaco e la peggiore amministrazione di cui la storia politica della nostra città abbia memoria.

La presenza dell'on. Forgiuele al tavolo di lavoro ha garantito l'intenzione di uno schema unitario con gli alleati di centrodestra che la Lega ha deciso di percorrere, nonostante il momentaneo accordo di governo con i cinquestelle.

Qualora il Sindaco Falcomatà pensava di vincere facile si è sbagliato di grosso e se sperava che eventuali divisioni del centro destra lo avrebbero aiutato a vincere contro sé stesso vuol dire che non ha fatto bene i conti con la realtà.

Il sottile progetto di costruire specchietti per le allodole, in prossimità dell'inizio della campagna elettorale, non basterà per ingannare gli attenti e sofferenti concittadini.

Proprio per questo il nostro compito non è affatto facile, poichè oltre a distruggere il perverso quanto poco strutturato progetto di fumo negli occhi messa in azione dal Sindaco, dobbiamo comunque dimostrare alla nostra città quali siano le colonne della speranza a cui dovranno aggrapparsi per augurarsi di risorgere.

Nel corso della riunione ho ribadito ai nostri alleati quanto sia fondamentale stilare un comune programma di rilancio per la città che trovi origine solo ed esclusivamente dalla verità.

In questi quattro anni (da dimenticare!) il Sindaco Falcomatà ed i suoi hanno minato alla sussistenza della città che ormai appare sempre più smembrata e tirata dalla giacchetta dai noti nemici fisiologici che spingono il più possibile per ridurre o, meglio, distruggere le speranze ed enormi potenzialità di sviluppo della città metropolitana.

L'attuale amministrazione, definibile come la peggiore della storia di Reggio Calabria, ha fatto danni seri e manifesti quanto quelli causati dal terremoto del 1908, ragion per cui i reggini, che ormai hanno ben chiaro quanto la città abbia toccato il fondo come non mai, devono invertire urgentemente la rotta prima che svanisca l'ultimo barlume di rinascita.

Il nostro territorio è stato irreversibilmente colpito alle fondamenta e lo dimostrano fatti certi e documentati quali: l'Aeroporto dello Stretto, declassato e reso zerbino dei competitori catanzaresi e cosentini; opere pubbliche bloccate e ridotte ai minimi storici; politiche della casa paralizzate da quattro anni ed alcun alloggio consegnato agli aventi diritto; perdita dell'Agenzia doganale regionale; spostamento della gestione ATERP a Catanzaro; Autorità portuale dello Stretto distrutta; mancata integrazione con la città di Messina unica speranza di rilancio; offerta di lavoro inesistente; progetti di sviluppo per il futuro mai pervenuti.

Per concludere, ciliegina sulla torta, il grande partito democratico ed i suoi autorevoli rappresentanti reggini che non sono stati in grado nemmeno di trasferire le deleghe dalla Regione alla Città Metropolitana, rendendo l'Ente di Palazzo Alvaro una Ferrari senza motore.

Di fronte ad uno scenario così raccapricciante solo un programma vero e credibile realizzato da un gruppo coeso può riaccendere nuove speranze ai nostri concittadini.

Il nome del candidato a Sindaco non deve essere altro che l'incarnazione del programma condiviso con la promessa di realizzarlo contro ogni avversità e contro ogni nemico". Lo scrive  Massimo Ripepi, Membro Direzione Nazionale Fratelli d'Italia