Reggio Calabria
 

Siderno (RC), “Fattore Comune” vicino alla famiglia Congiusta

Il gruppo Politico "Fattore Comune" di Siderno desidera "portare all'attenzione dei Cittadini, delle Istituzioni e degli organi Inquirenti e Giudicanti gli ennesimi, inquietanti episodi avvenuti nella nostra cittadina.
I più recenti hanno coinvolto la famiglia Congiusta, segnata tragicamente dal barbaro omicidio del giovane Gianluca nel 2005 con le vili intimidazioni seguite dopo la scomparsa di papà Mario. Il nostro stimato concittadino è stato un esempio di tenace ricerca della verità, strenua lotta per la legalità e civiltà della convivenza sociale: battaglie che solo la malattia ha potuto interrompere.
Individui che facciamo fatica a definire "umani" hanno, però, pensato di recapitare macabri messaggi di cui siamo tutti a conoscenza. Episodi inquietanti che sono soltanto gli ultimi di una lunga serie che ha travagliato la moglie di Mario e le sue due figlie; una scia di terrore che vuol far sì che nessuno raccolga il testimone delle battaglie di Mario Congiusta".

"Fattore Comune manifesta la propria vicinanza e solidarietà alla famiglia Congiusta e a tutti quelli che, dando "fastidio" alla criminalità organizzata, sono condannati a vivere nella paura.
Ma, oltre a questo doveroso e sentito atto di vicinanza, Fattore Comune vuole lanciare l'allarme sulla pesante cappa che sta avvolgendo da tempo Siderno.
Sono, infatti, accaduti diversi episodi di intimidazione e minacce che hanno compromesso il vivere civile della nostra cittadina: troppi e senza che venissero trovati i responsabili e i moventi.
Fattore Comune, mentre invita tutti i cittadini a vigilare e a non sottostare alla prepotenza di pochi criminali, chiede a gran voce, una volta per tutte, un impegno chiaro e incisivo da parte della Politica, delle Istituzioni, della Magistratura e della Polizia perché non si devono lasciare ombre oscure a favore di chi porta avanti il malaffare e anche perché chi compie questi vili atti intimidatori ne paghi le conseguenze penali.
Abbiamo tutti diritto alla Verità. L'impunità è campo fertile per la delinquenza ed è un veleno per la Democrazia. Ora basta!"