Reggio Calabria
 

“Rinascimento Gioiese” chiede alle forze in campo un “Contratto Morale coi cittadini”

"La situazione emergenziale che sta attraversando Gioia Tauro supera ogni schieramento politico ed ambizione personale, oggi più che mai proporsi di governare la nostra città è una missione, un atto d'amore e, soprattutto, di coraggio. Crediamo i tempi siano maturi per promuovere quella coesione sociale più volte paventata ma sempre scontratasi con l'amara realtà di una lotta politica senza esclusione di colpi. Pertanto, per rispetto nei confronti dei cittadini, crediamo sia inevitabile "sotterrare l'ascia di guerra" e proporre un programma elettorale condiviso da tutti i candidati alla carica di Sindaco in cui si esponga come e quando risolvere le diverse criticità della nostra amata città, emergenza rifiuti in primis, alla luce della difficile situazione economica che incombe sull'ente. Importante anche che la collaborazione tra tutte le parti in causa che continui anche il giorno dopo le elezioni, e ciò si potrebbe tradurre in un "contratto morale coi cittadini" con cui ci si impegni a far durare interamente la legislatura a qualunque sindaco verrà eletto democraticamente . La scelta dei candidati poi crediamo non si debba basare esclusivamente sull'onestà, prerequisito fondamentale, ma anche e soprattutto sulla competenza, poiché Gioia Tauro vive una situazione estremamente delicata. Rinascimento Gioiese dall'inizio si è fatto promotore di una coralità condivisa al di là dei colori politici, una coesione che si traduca in un progetto serio, la nostra intenzione è dare vita ad un Rinascimento Culturale auspicato fortemente da Annaluana Tallarita e di tutti gli altri membri del movimento, che hanno a cuore la Rinascita della città di Gioia Tauro, al di là di sterili personalismi". Lo scrive
"Rinascimento Gioiese".