Reggio Calabria
 

Treno investe e uccide bambini a Brancaleone: domani veglia di preghiera, annullata la festa patronale

vegliapreghieraLa processione ci sarà, ma in assoluto silenzio e preghiera. Niente festa patronale a Brancaleone dopo la tragedia di ieri.

Una donna di quarantanove anni, Simona Dall'Acqua, è infatti in coma dopo essere stata investita da un treno assieme ai suoi due bambini di 12 e 6 anni: i piccoli sono morti investiti dal regionale, mentre attraversavano i binari insieme alla madre, diretti al mare. La famiglia non si è accorta del sopraggiungere del convoglio, che l'ha travolta in pieno.

"Visti i tragici eventi che hanno rattristato la nostra comunità - comunica il parroco don Vladimiro Calvari - il Comitato Festa e il consiglio pastorale, guidati dal parroco, hanno ritenuto opportuno annullare tutti i festeggiamenti civili in onore di Maria Ss del Monte Carmelo. Nei giorni di sabato 11 e domenica 12 agosto, la sacra effigie della Beata Vergine Maria verrà accompagnata, in preghiera e in religioso silenzio, lungo il tradizionale percorso".

Domani sera alle 22, nella chiesa di San Pietro apostolo si terrà una veglia di preghiera in ricordo delle giovani vittime e in sostegno della famiglia.

A Brancaleone oggi é stata giornata di lutto cittadino per la morte di Giulia e Lorenzo Pipolo, i bambini di 6 e 12 anni morti ieri perché investiti da un treno mentre attraversavano i binari per raggiungere il mare insieme alla madre, Simona Dall'Acqua, rimasta ferita gravemente. A decretare il lutto é stata la Commissione prefettizia che regge il Comune di Brancaleone, sciolto lo scorso anno dal Consiglio dei ministri per presunti condizionamenti della criminalità organizzata. La Commissione ha anche fatto affiggere dei manifesti in cui esprime il proprio cordoglio e quello della cittadinanza alla famiglia delle vittime. I commissari, inoltre, hanno reso omaggio, nell'obitorio dell'ospedale di Locri, alle salme dei due bambini morti nell'incidente.

La circolazione ferroviaria e' ripresa regolarmente sulla linea Catanzaro Lido-Reggio Calabria ieri alle 20.30. Era stata interrotta a causa dell'incidente costato la vita a due bambini. La Procura ha dissequestrato il tratto di ferrovia interessato. Quattordici treni regionali sono stati limitati ieri pomeriggio e uno cancellato. Resta sotto sequestro il convoglio che ha travolto le vittime nei pressi di Brancaleone.