Reggio Calabria
 

Edilizia pubblica, Castorina (Pd): “Apriamo una nuova stagione di confronto”

"Con l'appuntamento di oggi intendiamo aprire una nuova stagione di confronto con la quale vogliamo comunicare come gruppo consiliare del Partito Democratico, le attività che i vari Assessori e Delegati svolgono sul territorio." A dirlo è il capogruppo del PD in Consiglio Comunale Antonino Castorina durante la conferenza sull'edilizia pubblica residenziale che il Partito Democratico ha convocato a Palazzo San Giorgio. "Oggi abbiamo voluto iniziare con una delle problematiche che forse maggiormente tocca la cittadinanza in uno degli aspetti fondamentali della vita di ognuno di noi. Riguardo l'edilizia residenziale ci sono stati anni in cui non sono stati affrontati i problemi del settore e noi come gruppo PD" – ha proseguito Castorina – "abbiamo la volontà di accelerare e dare risposte concrete ai cittadini su argomenti fin troppo accantonati negli anni passati. Come classe dirigente non possiamo non relazionare ai cittadini che hanno affidato a noi il mandato elettorale e che da noi attendono risposte e soluzioni ai problemi."
Secondo il capogruppo PD in Consiglio Comunale "Il patrimonio edilizio della città, negli anni è stato usato come strumento per creare clientelismo danneggiando chi ha un reale bisogno. Tra i morosi e gli abusivi, tra gli assegnatari che hanno perso i requisiti o che illegalmente cedono in sub affitto gli appartamenti concessi dall'ente, abbiamo scoperto una selva di illegalità diffusa all'interno della quale abbiamo l'obbligo di fare ordine e di ripristinare la legalità."

"Ne va della credibilità dell'istituzione Comunale che come è giusto che sia, deve mettere al centro il rispetto delle regole come sentiero da percorrere. Con l'istituzione di una commissione ad hoc con un presidente indipendente e terzo" – ha concluso Castorina – "vogliamo riportare al centro della nostra azione amministrativa, le reali necessità della popolazione. Vogliamo e dobbiamo ripristinare la legalità in un settore cosi delicato che vive una grave situazione emergenziale che purtroppo abbiamo ereditato. L'averla ereditata però, non ci autorizza al lassismo. Indipendentemente da chi ha creato la problematica, noi abbiamo il dovere di risolverla. Con l'impegno dell'amministrazione e la collaborazione dei cittadini, sono certo che riusciremo a portare alla normalità una situazione disagiata come quella dell'edilizia residenziale. Lo dobbiamo ai cittadini, lo dobbiamo alla città."