Reggio Calabria
 

[FOTOGALLERY] Faida di Gioia Tauro, omicidio Bagalà: commando aprì il fuoco per vendetta. Ecco gli arrestati

arrestiomicidiobagalaSono tre le persone fermate per l'omicidio di Francesco Bagalà, da inquadrare nell'ambito della Faida di Gioia Tauro tra le famiglie Priolo-Piromalli e Brandimarte.

Arrestate tre persone, i fratelli Giuseppe e Alfonso Brandimarte, di 47 e 41 anni, entrambi già detenuti, e Davide Gentile, di 29, con l'accusa di omicidio volontario, aggravato dalle modalità mafiose.

L'assassinio di Bagalà sarebbe stato la risposta da parte di Giuseppe Brandimarte, che lo avrebbe pianificato e premeditato, al tentato omicidio messo in atto ai suoi danni il 14 dicembre del 2011 da Giovanni Priolo, padre di Vincenzo, a sua volta ucciso l'8 luglio del 2011 da Vincenzo Perri, nipote di Michele Brandimarte, e dallo stesso Francesco Bagalà.

Le foto dei soggetti coinvolti.