Reggio Calabria
 

Processo d'Appello omicidio Cirillo: Pilato ha confessato in aula di aver ucciso la moglie

cirillomarynuova500Giuseppe Pilato, il giovane commerciante di Monasterace, ha confessato di aver ucciso la moglie Mary Cirillo (nella foto), di soli 31 anni. È successo oggi in Corte d'Assise d'Appello. A darne notizia, tramite un post su "Facebook" (nella foto), la sorella della giovane assassinata, con alcuni colpi di pistola, il 18 agosto del 2014. «Ha confessato..Giuseppe Pilato ha confessato di aver ucciso barbaramente mia sorella Mary Cirillo-è riportato sul noto social network- quel maledetto 18 agosto del 2015 senza pensare minimamente ai loro quattro figli, senza pensare che stava togliendo loro la cosa più cara che un bimbo ha "la mamma". Giuseppe Pilato- scrive la sorella della giovane uccisa-è sempre stato capace di intendere e di volere, per 46 mesi ha solamente mentito...Abbiamo fiducia nella giustizia, con la speranza che ci sia una condanna esemplare. Spero sorellina tu possa riposare in pace». Nel novembre del 2016 l'uomo era stato condannato all'ergastolo, con isolamento diurno per tre mesi. La Corte d'Assise di Locri, presieduta da Fulvio Accurso presidente con a latere Annalisa Natale, aveva inoltre, disposto l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e la decadenza della potestà genitoriale per l'uomo riconosciuto colpevole di aver ucciso la giovane moglie. Movente dell'omicidio, secondo quanto é emerso dalle indagini condotte dal pm di Locri Rosanna Sgueglia era la gelosia di Pilato nei confronti della moglie. Pilato è stato quindi riconosciuto di aver ucciso volontariamente la donna, con l' aggravante dalla premeditazione.

Post Fb Cirillo Giovanna VasileL'uomo dopo avere ucciso la moglie nell'appartamento della coppia, a Monasterace si diede alla fuga e si costituì ai carabinieri il 23 agosto successivo. Mary Cirillo venne uccisa, come confermò l'autopsia, all'interno della sua abitazione con due colpi di pistola: uno in bocca, sparato dal basso verso l'alto, l'altro alla tempia. Una vera e propria esecuzione per la quale, oggi Pilato ha confessato di essere l'autore. Secondo la ricostruzione degli inquirenti al momento del delitto in casa c'era il figlio minore della coppia, di poco più di un anno; sulla scena del crimine, però, sopraggiunse in un secondo momento anche la figlia maggiore, di soli dieci anni, che per prima rinvenne la madre, priva di vita, in una pozza di sangue nel pomeriggio del 18 agosto. Pilato, all'epoca del delitto non solo no confessò mai le proprie eventuali responsabilità ma, al momento dell'arresto dichiarò di non ricordare nulla.

Oggi invece, ha cambiato versione. Gli investigatori fin da subito hanno battuto una sola pista ossia quella passionale, a cui portarono una serie di indizi, da cui emerse che Pilato era affetto da una vera e propria ossessione verso la moglie e non accettava di separarsi, nonostante lei fosse intenzionata a farlo.
Una vita infelice quella dei coniugi Pilato-Cirillo negli ultimi tempi nonostante la presenza di quei splendidi bambini avuto durante il matrimonio . Mary, infatti, poco prima di essere uccisa, era oggetto di minacce, pedinamenti, controlli asfissianti da parte del marito che era arrivato persino a rubarle il telefono per controllare tutti i suoi movimenti. Oggi Pilato ha confessato in aula di aver ucciso la madre dei suoi figli.