Reggio Calabria
 

Migranti, Mimmo Lucano: "Italia responsabile di questa nuova barbarie"

Lucano Mimmo 2 6 ottobre"'Venivano per vivere al di là del mare ma noi li abbiamo respinti. Questa é la fine del mio incubo'. Sono le parole del regista Wim Wenders che rappresentano quello che stiamo vivendo come cittadini in questi giorni a proposito del mancato soccorso a 650 esseri umani in balia delle onde sulla nave Aquarius e di questa nuova barbarie di cui ci stiamo rendendo responsabili". Lo sostiene, in una dichiarazione all'ANSA, il sindaco di Riace, Mimmo Lucano. "Come Italia e come Europa - aggiunge - stiamo facendo la stessa figura di quel comune dell'Emilia Romagna la cui comunità si é ribellata per otto donne che chiedevano accoglienza. A Riace ed in Calabria, ed in questo senso sono sicuro di interpretare il pensiero del presidente della Regione, Mario Oliverio, siamo pronti ad accogliere subito, in cambio di nulla, tutti i minori non accompagnati e le donne in stato di gravidanza che si trovano sulla nave Aquarius. Sono sicuro che la rete di solidarietà internazionale non ci lascerà da soli".