Reggio Calabria
 

"Martingala", torna in libertà imprenditore Canale

"Il sig. Pietro Canale, coinvolto nel procedimento c.d. Martingala, è tornato in libertà a seguito di revoca della misura degli arresti domiciliari disposta dal giudice per le indagini preliminari di Reggio Calabria il quale ha escluso attuali esigenze cautelari". Lo si legge nella nota degli avvocati Massimo Canale e Carlo Morace, che avevano presentato richiesta già in precedenza per far venire meno qualunque vincolo sulla impresa Canale srl. Cosa che era avvenuta".

"Infatti, fin dall'inizio della vicenda processuale il giudice aveva escluso il delitto di partecipazione ad associazione per delinquere con riferimento al sig. Pietro Canale, di conseguenza la azienda non era stata sequestrata. Oggi a seguito di istanza è venuto meno anche il sequestro per equivalente sulle quote societarie. L'impresa, pertanto, è liberamente attiva sul mercato e priva di qualunque pregiudizio".