Reggio Calabria
 

Melito Porto Salvo (RC), #unacittàdacambiare: "Delibera ristrutturazione vecchio palazzetto concentrato di ipocrisia, propaganda e incompetenza"

"La delibera della giunta comunale n. 60 avente ad oggetto "RISANAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT SITO IN VIA DEL FORTINO" è un concentrato di ipocrisia, propaganda politica di bassissimo profilo, incompetenza ed incapacità amministrativa". Lo si legge in una nota del movimento "#unacittàdacambiare" di Melito Porto Salvo.

"Preliminarmente giova ricordare che il finanziamento di circa 700 mila euro, concesso nel 2015 con delibera di Giunta regionale nell'ambito del "Contratto locale di sicurezza - realizzazione sistemazione e attrezzatura di aree verdi in stato di degrado destinati a diventare luoghi di aggregazione sociale ed aree per lo sport e il tempo libero", come riporta l'oggetto stesso del progetto denominato "Progetto SINODIA" riguardava la Riqualificazione dell'area del palazzetto dello Sport e zone limitrofe e non certamente il Palazzetto stesso.

Proporre oggi una variante al progetto originario è quantomeno presuntuoso perché è impensabile che la stessa possa essere approvata in tempi utili dai competenti organi comunali, poi da quelli regionali, ed infine realizzata in tempo utile per la rendicontazione a valere sui fondi POR Calabria FESR 2007-2013.

Pertanto non riusciamo a comprendere le ragioni amministrative di un atto del genere. Se non quelle deprecabili di gettare del fumo negli occhi agli ignari cittadini.

Anche nel merito poi risulterebbe assurda ed incomprensibile la scelta di riqualificare un palazzetto ormai obsoleto sia strutturalmente che concettualmente che già a suo tempo mal si prestava alla pratica degli sport "al chiuso" e che difficilmente potrebbe essere omologata secondo gli standard attuali dagli organismi sportivi, quando invece esistono strutture molto più funzionali e moderne che potrebbero essere realizzate con una spesa decisamente inferiore. Si sta proponendo di ristrutturare un edificio ormai improponibile da tutti i punti vista e che comunque, ricadrebbe sempre all'interno di un'area fortemente degradata per il risanamento della quale, è utile ricordarlo, l'attuale maggioranza ha decurtato la quasi totalità dei fondi presenti in bilancio.

Procedendo invece speditamente alla realizzazione di quanto previsto dal progetto di riqualificazione originario, e non crediamo si possa fare diversamente, si potrebbe portare a termine l'azione di recupero ed abbellimento con tanto di verde attrezzato dell'intera area, compreso l'abbattimento non solo di quell'ecomostro che è oggi il palazzetto dello sport ma anche del vecchio depuratore in disuso al posto del quale è prevista una bellissima villetta. Allo stesso tempo bisogna impegnarsi su uno dei tanti bandi che periodicamente le amministrazioni pubblicano per captare i fondi per realizzare una struttura nuova, moderna ed adeguata alle esigenze degli sportivi melitesi".