Reggio Calabria
 

'Ndrangheta, Tar: "Ministero depositi atti scioglimento Gioiosa Jonica"

Entro due mesi il ministero dell'Interno dovrà depositare al Tar del Lazio tutti gli atti e i documenti che nel novembre dello scorso anno portarono allo scioglimento del Comune di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria) per infiltrazioni della criminalità organizzata. La decisione è della prima sezione del tribunale amministrativo nell'ambito del ricorso con il quale l'ex sindaco Domenico Vestito e la sua amministrazione sollecitano l'annullamento del decreto del Presidente della Repubblica del 24 novembre 2017 di scioglimento del Consiglio Comunale del centro della Città metropolitana di Reggio Calabria. Il Tar, "considerato che, nel bilanciamento con l'interesse pubblico, le esigenze della parte ricorrente siano apprezzabili favorevolmente e tutelabili adeguatamente con la sollecita definizione del giudizio nel merito", ha ritenuto necessario per la sua decisione "ordinare all'intimata Amministrazione il deposito di tutti gli atti e documenti in base ai quali è stato emanato il decreto di scioglimento del consiglio comunale", in versione integrale e senza omissis. Sessanta giorni per il deposito; udienza di merito già fissata il 30 gennaio 2019.