Reggio Calabria
 

Paolucci (Leu) a Reggio Calabria: “Senza Europa non si va da nessuna parte”

"Quando mi sono candidato alle elezioni europee quattro anni fa il mio slogan era: crediamo nell'Europa percio' la cambieremo. Senza l'Europa non si va da nessuna parte, e' un'illusione pensare che un singolo Stato possa fronteggiare grandi potenze come gli Stati Uniti d'America, la Russia, la Cina, l'India". Cosi' all'agenzia Dire l'europarlamentare Massimo Paolucci (LeU), oggi a Reggio Calabria per incontrare candidati e sostenitori della lista Liberi e Uguali impegnati nella campagna elettorale per le politiche del 4 marzo. "Se l'Europa si muove insieme - ha aggiunto Paolucci - e' una grande potenza che puo' competere a livello commerciale, culturale, turistico. Per fare questo serve un'Europa profondamente diversa, serve che metta in soffitta questa stupidaggine dell'austerity che non sia una somma di Stati ma un nuovo grande Stato".

"Quello che e' emerso ieri sera e' che la Boldrini ha tenuto una posizione politica spiegando cosa sono i flussi migratori e quella che e' la vicenda in generale. Ha anche provato a dare spiegazioni su un tema complesso ma che deve vedere tutto l'Occidente confrontarsi nei prossimi anni. Per il resto c'e' stata una persona, che non so come definire, che ha trattato l'argomento conoscendolo poco, senza avere il gusto di chiedere scusa alla Boldrini per le cose dette in modo volgare e sconsiderato". Cosi' all'agenzia Dire il parlamentare calabrese Nico Stumpo (Liberi eUguali), sul confronto televisivo di ieri sera tra Matteo Salvini (Lega) e Laura Boldrini (LeU). "Gli elettori le vedono queste cose, le capiscono - ha aggiunto Stumpo - anche i calabresi che in questi giorni vedranno il leader della Lega lombarda, razzista e xenofoba verso il Mezzogiorno".