Reggio Calabria
 

Sciolto il Comune di Marina di Gioiosa (RC), l'appello del sindaco:"Urgente variazione di bilancio"

marina di gioiosa comune"A distanza di oltre ventiquattro ore dalla deliberazione del Consiglio dei Ministri, con la quale si è deciso di sospendere gli Organi democraticamente eletti a Marina di Gioiosa Ionica, desideriamo lanciare un ultimo pubblico e accorato appello allo Stato, affinché non mortifichi ulteriormente e definitivamente la nostra città". Lo afferma, in una dichiarazione, Domenico Vestito, sindaco di Marina di Gioiosa Jonica, Comune sciolto ieri dal Consiglio dei ministri per condizionamenti della criminalità organizzata. "Per lunedì prossimo, 27 novembre - aggiunge Vestito - era in programma una riunione del Consiglio comunale, che avrebbe dovuto deliberare un'importante variazione di bilancio, l'ultima per il 2017, perché, come stabilisce la legge, oltre il 30 novembre non è più possibile intervenire sui conti dell'Ente. Si tratta di un provvedimento rilevante, necessario, anzi, indispensabile per dare copertura economica ad una serie di spese già effettuate per servizi pubblici fondamentali, come quello idrico. Non approvare questo atto significherebbe mandare in default il Comune. Si eviti questo. Si limitino, per quanto possibile, i danni alla cittadinanza. Si dimostri, concretamente, un segno di lealtà e responsabilità". "Per questi motivi, quindi - conclude il sindaco - lanciamo questo appello, affinché, chi deve compiere in queste ore gli atti per il passaggio di consegne tra l'Amministrazione democraticamente eletta e la Commissione prefettizia, lo faccia il più rapidamente possibile, consentendo alla terna commissariale di adempiere a questa fondamentale scadenza. Se ciò non dovesse avvenire la mortificazione di una popolazione sarebbe definitiva e senza rimedio".