Reggio Calabria
 

Arena lido, Destra per Reggio: “Oltre il danno la beffa”

Apprendiamo che in una delle rare sedute di Consiglio comunale è stato approvato un atto amministrativo "propeduetico" che riguarderebbe i la vori di completamento dell'Arena lido; un atto che funzionale al riconoscimento di rilievo pubblico della prestigiosa area del lido che giace nel più completo abbandono.
Quale sia la "conquista politica relativa all'approvazione di un adempimento puramente amministrativo è tutto da capire, atteso che neppure l'ultimo avventore si sognerebbe di negare il rilievo strategico e la valenza urbanistica dell'area che ricomprende il lido comunale, l'area ed il suggestivo affaccio a mare verso il porto.
Sarebbe stato interessante, invece, discutere del perché l'opera, nonostante la Giunta Arena con Delibera numero 148 del 25 luglio 2011 dal titolo "COMPLETAMENTI EDILI ED IMPIANTI NELL'ARENA LIDO – RIAPPROVAZIONE PROGETTO ESECUTIVO IN LINEA ECONOMICA" Assessorato ai LL.PP., sia stata ferma in questi anni al pari di altre decine di importanti opere pubbliche già in fase di esecuzione lavori o di progettazione esecutiva.

Peraltro, la delibera di Giunta del 2011 aveva anche individuato le risorse economiche ( circa 1.300.000 euro ) per la ripresa lavori grazie all'intesa tra Comune e Regione ( a guida Scopelliti ) che proprio dall'arena Lido aveva dato il via ad un'attività concertata tra i due Enti, finalizzata a sostenere una serie di opere e servizi sul territorio; attività politica questa di cui, dal commissariamento in poi, non si è più avuta traccia.
Dopo l'ennesima inutile seduta di Consiglio, non scriviamo per evidenziare la supponente incapacità della politica di Palazzo san Giorgio i cui effetti disastrosi sono, purtroppo, sotto gli occhi di tutti, ma non si può sottacere dinanzi a vicende da pantomime come l'Arena Lido o del Palazzo di Giustizia (una per tante), pena assumere il ruolo di complici compiacenti del degrado e del danno che Reggio quotidianamente subisce.
Dunque una riflessione su: "il Danno"; per l'Arena Lido come per tante altre opere e le reti di servizio (stradali, fognarie, idriche), abbandonate ad un'incuria che ne determina la rovina, chi pagherà il maggior danno necessario per riportare, dopo 6 anni di assoluto abbandono, lo stato delle opere?
In secondo luogo una costante del club falcomatà: "la Beffa"; quando si finirà di offendere la dignità e l'intelligenza dei reggini con atteggiamenti e proclami completamente dai bisogni reali del territorio e dei cittadini?". Lo scrive Renato Di Pietro, Destra per Reggio – Movimento politico.