Reggio Calabria
 

13enne stuprata dal branco, Città Metropolitana si costituisce parte civile

reggio palazzo alvaroLa Città Metropolitana di Reggio Calabria si costituisce parte civile nel processo denominato 'il branco' contro sette giovani originari di Melito Porto Salvo, accusati di avere violentato, tra il 2013 e il 2015, una ragazza che all'inizio della terribile vicenda aveva 13 anni. "La richiesta di costituzione in giudizio, annunciata con l'approvazione unanime di un documento nel corso della riunione del Consiglio Metropolitano - si legge in un comunicato - giunge in una data emblematica. Infatti oggi, 11 ottobre, ricorre la giornata internazionale Onu delle bambine e delle ragazze. Così l'ente di Palazzo Alvaro, insieme ad altre istituzioni e associazioni, farà valere in giudizio il suo stato di parte danneggiata, perché quando la vittima è una giovane donna, una ragazza, tutta la società deve sentirsi coinvolta".