Fronte del Palco
 

Teatro di Calabria, cresce l'attesa per la prima de “La Locandiera” a Catanzaro

Il conto alla rovescia per "La Locandiera" è ufficialmente iniziato: tra pochi giorni, la nuova e attesissima produzione del Teatro di Calabria debutterà sulle scene catanzaresi, sabato 17 Febbraio alle ore 20:00 all'Auditorium Casalinuovo di Catanzaro. Dopo tre anni di successi raccolti in tutta la Regione, con le numerose repliche del "Miles Gloriosus" di Plauto, il Teatro di Calabria torna a cimentarsi con una commedia, la più celebre di Carlo Goldoni, tra le opere più conosciute e rappresentate del teatro italiano. Non è la prima volta che il Teatro di Calabria si confronta con il capolavoro goldoniano: una prima impostazione scenica era stata realizzata nel 2012, ma il nuovo allestimento vede una profonda rivoluzione nell'approccio registico e nella concezione globale dell'opera. "Abbiamo deciso di riprendere in mano il lavoro realizzato sei anni fa, dandogli però una nuova chiave di lettura interpretativa alla luce delle tante esperienze artistiche realizzate dal Teatro di Calabria in questo arco di tempo" afferma Luigi La Rosa, autore dell'adattamento originale che verrà portato in scena. "Alla base di tutto c'è sempre il pieno rispetto del testo goldoniano, magistralmente ridotto da La Rosa senza mai inficiare il pensiero dell'autore veneziano", afferma Aldo Conforto, regista dell'opera che, continua: "La Locandiera che gli spettatori vedranno in scena adesso è un'opera più matura e consapevole, una commedia in cui si sorride, certo, ma in cui principalmente si riflette sui vizi e le virtù dell'uomo contemporaneo". Un lavoro di ricerca paziente, durato mesi e costruito con attenzione ed impegno dal cast che sabato andrà in scena sul palco del Casalinuovo: Marta Parise, Salvatore Venuto, Paolo Formoso, Giuseppe Paonessa, Mariarita Albanese, Clizia Argirò e Bunty Giudice. "Vecchie conoscenze" dell'affezionato pubblico del Teatro di Calabria, insieme ai giovani componenti della Compagnia, per i quali quest'opera rappresenta un vero e proprio debutto artistico.

Scritta nel 1753, in un'epoca di grande fermento sociale ed intellettuale, "La locandiera" è l'opera in cui la profonda e spiazzante capacità di analisi di Goldoni riesce a trovare la più felice realizzazione. Protagonista assoluta dell'opera è Mirandolina, una donna avvenente e di grande intelligenza, capace di riuscire ad affascinare gli uomini con la propria sagacia ed indipendenza. Intorno a lei, in un brillante minuetto di sentimenti, gli uomini che tentano di conquistare il cuore di Mirandolina con regali, moine e gelosie, ottenendo in cambio solo un sorriso ironico. "La locandiera" si inserisce nel ricco programma artistico che il Teatro di Calabria ha confezionato per questo 2018: il cartellone di incontri del ciclo "POIESIS", in scena al MARCA - Museo delle Arti di Catanzaro, il laboratorio di teatro classico e, ovviamente, l'edizione 2018 di "GRAECALIS", il ciclo di rappresentazioni classiche che nel 2018 festeggerà il suo quinto anno di vita. "Siamo soddisfatti dei risultati che il Teatro di Calabria ha registrato in questi anni" afferma Anna Melania Corrado, Presidente dell'Associazione: "Quest'opera ci ha consentito di guardare indietro nel tempo per comprendere quanti, e quali, passi in avanti sono stati compiuti dalla nostra associazione in un arco di tempo così breve. Il Teatro di Calabria ha degli obiettivi ambiziosi, ma la tenacia e la grande passione dei componenti della nostra Associazione ci consente di raggiungere nuovi traguardi e nuove, entusiasmanti, mete".