Fronte del Palco
 

Il Piccolo Coro del Teatro Rendano di Cosenza sul palco di Sanremo al Global Education Fest

Prosegue il percorso di studio e approfondimento musicale del Piccolo Coro del Teatro Rendano.

I suoi giovanissimi artisti vivranno l'emozione di salire sul palcoscenico del Teatro Ariston e del Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo per partecipare al GEF, GLOBAL EDUCATION FESTIVAL (Festival Mondiale di Creatività nella Scuola), la cui edizione del ventennale si terrà dal 18 al 22 aprile.
Il Coro delle Voci bianche del Rendano, diretto dal M° Maria Carmela Ranieri e accompagnato dal pianista M° Roberto Boschelli, è stato selezionato per partecipare al grande evento internazionale dedicato alle espressioni artistiche giovanili (tra i 5 ed i 19 anni) che negli anni ha ottenuto l'adesione del Presidente della Repubblica e prestigiosi patrocini tra i quali Senato della Repubblica e Camera dei Deputati, Parlamento Europeo e Commissione Europea, UNICEF, UNESCO, Istituto Internazionale di Diritto Umanitario.

Nel 165° anniversario della nascita di Alfonso Rendano il miglior modo per ricordare la portata artistica del genio cosentino è proprio quello di investire sulla trasmissione e la divulgazione della cultura musicale presso le nuove generazioni, valori incarnati dallo stesso Rendano.

La partecipazione a questo evento sarà una impareggiabile occasione per rafforzare il prestigio della corale cosentina attraverso la formazione, il confronto, la socializzazione, la valorizzazione delle capacità individuali e di gruppo così come la possibilità di intrecciare relazioni proficue in prospettiva di nuove iniziative con ricadute per il territorio di riferimento.

Con oltre quattromila presenze da diversi Paesi (23 nella passata edizione) e i numeri di incoming (5000 presenze alberghiere per ogni edizione e 150000 presenze in 19 anni), che lo consacrano evento più importante della branca a livello internazionale e per Sanremo, il GEF rappresenta un'importante occasione di crescita artistica, un'esperienza unica e di grande impatto emotivo per gli studenti e gli insegnanti e ci dice come patrimoni artistici, come il nostro Rendano e tutto ciò che abbiamo in suo nome, possano costituire un'importante risorsa per il territorio.

Lo sviluppo del valore artistico di una realtà come questa è vantaggio per tutta la comunità, che può annoverare nell'offerta formativa per le sue nuove generazioni nuove possibilità di approccio, diffusione e accessibilità alla cultura e all'educazione musicale in particolare, anche e soprattutto per le giovani persone che diversamente non avrebbero pari opportunità in tal senso.

Tutto ciò richiede però responsabilità collettiva, altro risultato atteso dal lavoro quotidiano e instancabile del Piccolo Coro nella città.

E LA FONDAZIONE CARICAL, il COMUNE DI COSENZA, il GRUPPO CALLIPO GROUP e GIAME srl, , sempre in prima fila nella promozione di iniziative di valore sociale, hanno ben compreso il valore di tutto ciò sostenendo la partecipazione dei piccoli artisti cosentini, selezionati nella categoria cori professionisti, a questa importante kermesse. Cosenza potrà così dire la sua, portando il suo valore a confronto con altre svariate realtà e potendo costruire un bagaglio da spendere al ritorno.

L'augurio è che il Piccolo Coro possa portare a casa anche un gradito Premio. Il valore più importante resta comunque quello dell'esperienza, da spendere nella comunità attraverso al maggiore qualificazione acquisita, la conferma delle proprie competenze e rinnovati carica, entusiasmo e voglia di fare in città ancora tanto.

Si ringraziano ancora FONDAZIONE CARICAL, COMUNE DI COSENZA, CALLIPO GROUP e GIAME che in diverso modo hanno sostenuto questa iniziativa.