Fronte del Palco
 

Reggio, Officina dell'Arte chiude la stagione artistica con la commedia musicale “That’s amore”

L'Officina dell'Arte sabato 27 aprile chiuderà al teatro "Francesco Cilea" una straordinaria stagione artistica con la commedia musicale "That's amore" di e con Marco Cavallaro, Ramona Gargano e con la partecipazione di Marco Maria Della Vecchia. Una favola moderna sull'amore ma anche sul precariato, sulle nuove tecnologie e sul bisogno di sentimento per affrontare e condire la vita. E il direttore artistico dell'Officina dell'Arte Peppe Piromalli non poteva che chiudere con il "botto" la sua kermesse mettendo in scena una commedia dell'equivoco che strapperà tantissime risate al pubblico ridando speranza e fiducia in tempi precari con un carico di sana ironia.

"E' una pièce che dimostrerà che tutto può accadere, senza mediazione e persino con la mediazione sbagliata, con tutto l'ottimismo che questa riflessione porta con sé – spiega il regista e attore Cavallaro - C'è un lui, Gino, e una lei, Manuela, che non si conoscono: lui è stato lasciato dalla fidanzata mentre lei ha mollato il suo di fidanzato. Entrambi si ritrovano senza casa e, per uno strano scherzo del destino, affittano lo stesso appartamento. Sono costretti a passare un intero weekend insieme ma lei odia tutti i "lui" e lui odia tutte le "lei". I problemi arrivano quando entra "l'altro", Marcelo. Da esilaranti situazioni che si susseguono in tempi molto veloci ed incalzanti, nasce una divertente storia d'amore condita da dolci e romantiche canzoni, una vera e propria commedia musicale da camera".
Insomma, una storia che mette a fuoco il bisogno d'amarsi per affrontare la vita e anche la contrapposizione di tre mondi diversi che hanno una propria visione esistenziale e si scontrano in una stanza.

"That's amore è un omaggio, con la dovuta riverenza e distanza, a Garinei e Giovannini. Io sono cresciuto con il mito delle loro commedie, delle storie semplici, con l'amore che trionfa sempre, il lieto fine – conclude l'attore Marco Cavallaro - Sul palco, saremo solo in tre ma vi assicuro che riusciremo a trascinare il pubblico e a farlo divertire chiudendo una grande stagione dell'Officina dell'Arte con la quale continuerà la collaborazione. Credo che l'applauso più intenso vada proprio a Piromalli e al suo team che hanno creduto in un sogno e, alla fine, lo hanno realizzato".