Cultura
 

Presentato a Bari il libro "Aldo Moro e l'Intelligence"

"Aldo Moro era un vero uomo di Stato e, come tale, era un vero uomo di intelligence, capace di gestire il potere e i servizi segreti nell'interesse della Repubblica". Lo ha detto il professor Mario Caligiuri, direttore del master in Intelligence all'Universita' della Calabria, presentando a Bari il suo libro "Aldo Moro e l'Intelligence. Il senso dello Stato e la responsabilita' del potere".

Il professor Caligiuri, autore del libro gia' presentato in anteprima a Roma e poi a Maglie (Lecce), citta' natale di Moro, ha auspicato che "l'intelligence diventi materia di studio nelle universita' italiane" perche' "e' uno strumento decisivo per gli Stati, per le imprese ma anche per tutti i cittadini, per sopravvivere in questa che e' la societa' della disinformazione, dove diventa fondamentale imparare a raccogliere, analizzare e utilizzare le informazioni". Alla presentazione del volume, nell'aula magna dell'Ateneo barese, hanno partecipato il rettore Antonio Uricchio, l'onorevole Gero Grassi, componente della "Commissione Parlamentare d'inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro", e Donato Malerba, direttore del dipartimento di Informatica dell'Universita' di Bari che ha parlato di "cybersecurity come vera sfida della politica di oggi". "La nostra universita' - ha detto Uricchio - ha fortemente voluto promuovere la figura di Aldo Moro, dalla sua esperienza di docenza a quella politica, i suoi valori e insegnamenti, e anche fare luce sulla vicenda, oggi meno oscura, della sua scomparsa". Grassi ha ripercorso le ragioni alla base del rapimento e dell'uccisione dello statista pugliese, parlando delle "false verita' costruite anche con il contributo dell'intelligence dell'epoca sul ruolo dei brigatisti".