Crotone
 

Comunali a Crotone, Comitato Magna Graecia: “Liste aperte a chi vuole promuovere il progetto rivoluzionario e di lotta ai poteri centralisti”

"Il Comitato apre pubblicamente una campagna d'adesione verso tutti i Crotoniati che condividono i principi fondanti della battaglia intrapresa da un anno, atta a rivendicare il diritto di pari dignità della città Pitagorica e di tutto l'arco Jonico Magnograeco verso i centri di potere regionale che hanno relegato lo Jonio, ed in primis la città di Crotone, a cenerentola d'Europa. Fra circa 50 giorni, un appuntamento con la storia attende la comunità crotonese.

È tempo di rompere gli indugi. È tempo di smetterla con le beghe di basso profilo e decidere di scendere in campo, laddove esiste concretamente la possibilità di sovvertire uno status quo, non più tollerabile. Crotone arriva a questo appuntamento con alle spalle un ventennio di politiche incapaci ed inoculate che hanno contribuito in maniera preponderante a favorire i giochi centralisti regionali atti a relegare la città, e lo Jonio tutto, in una posizione di soccombenza rispetto gli equilibri spostati sull'asse Cosenza-Catanzaro. Non ha senso lamentarsi per strada, essere consapevoli del degrado e della miseria e limitarsi a trasferire la rabbia sulle pagine social.

È giunto il momento di metterci la faccia, tentare, scommettere e provare a cambiare una condizione che altrimenti vedrà la città adeguarsi ad un nefasto destino, del quale sono stati posti i capisaldi ormai da diverso tempo, e che ad oggi palesano chiaramente da uno scampolo iniziale della campagna elettorale, priva di contenuto alcuno e rielaborazione di un disegno già visto negli ultimi vent'anni. Stiamo proponendo l'unica possibilità di rinascita per la città, con un programma mirato alla stessa e calato nella nuova realtà territoriale che restituirebbe a Crotone, ciò che la recente storia le avrebbe dovuto consegnare di diritto: un ambito territoriale degno ed equo rispetto agli altri territori calabresi. Chi, per interessi legati agli scranni di potere centralista, chi per un piatto di lenticchie svende la propria dignità di cittadino Jonico Crotoniate, è un vile.

"Chiunque invece sentisse il bisogno, il dovere civico e morale di concorrere alla rinascita della propria città, di sentirsi partecipe ad una nuova visuale del territorio, è invitato a contattarci all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , fornendo i suoi dati anagrafici ed il proprio recapito telefonico. Sarà nostra cura ricontattare ed incontrare tutti coloro si sentiranno pronti alla chiamata della propria città. Crotone ha bisogno di persone motivate, preparate, con idee e progettualità che rappresenterebbero il valore aggiunto all'idea progettuale Magna Graecia: un'adeguata area vasta, nella quale Crotone invererebbe finalmente lo status che la storia le ha consegnato e che le miopi e strabiche politiche degli ultimi tempi non sono mai stati in grado di palesare.

Non ha senso, lamentarsi dello status quo davanti ad un caffè o per strada: è ora di scendere in campo, di credere e di combattere per il conseguimento degli obiettivi proposti. È tempo di togliere dagli armadi quei principi che nell'antichità avevano fatto di questa città uno dei centri di riferimento del mondo conosciuto. Stiamo completando le liste elettorali, pertanto chi si ritenesse rispondente alle su indicate caratteristiche, ci contatti e concorra con la propria faccia a cambiare il destino della propria città. Sarà inutile lamentarsi poi, quando i giochi saranno fatti e magari si affideranno le redini ai soliti doppiogiochisti legati anima e corpo ai poteri centralisti pronti, quindi, a svendere la città per un piatto di lenticchie".

E' quanto si legge in un comunicato stampa del Comitato Magna Graecia.