Crotone
 

Crotone, l’11 gennaio al Liceo “G.V. Gravina” la presentazione del libro “Il Prefetto e l'unificazione italiana (1861-1865)” di Giuseppe Ferraro

Venerdì 11 Gennaio 2019, alle ore 10.30, si terrà un incontro presso l'aula multimediale del Liceo "G.V. Gravina" di Crotone per la presentazione del libro di Giuseppe Ferraro, "Il Prefetto e l'unificazione italiana (1861-1865)", edito da Mondadori/Le Monnier nella prestigiosa collana dei Quaderni storici fondata da Giovanni Spadolini e diretta da Fulvio Cammarano.

Il crollo del Regno delle Due Sicilie e l'unificazione italiana segnarono per le province meridionali un periodo di diffusa instabilità. Vecchie e nuove problematiche si fusero rendendo l'amministrazione di gran parte di questo territorio difficile per i primi governi italiani. La classe dirigente liberale cercò di rimediare alla diffusa instabilità e conflittualità inviando nel Mezzogiorno prefetti, funzionari, militari di origine settentrionale per rafforzare in tal modo l'unificazione appena raggiunta. In questo contesto, nell'aprile 1861 venne nominato prefetto della provincia di Cosenza (Calabria Citra) il valtellinese Enrico Guicciardi. Proprio la vicenda appassionante di Guicciardi e l'utilizzo, tra le altre, di fonti storiche inedite, custodite in archivi pubblici e privati, permettono all'autore di raccontare i primi anni dell'unificazione italiana in Calabria, con particolare attenzione al brigantaggio, alla questione della terra, alla conflittualità tra potere politico e militare sul territorio, in uno dei momenti più critici della storia d'Italia.

L'autore è nato a Longobucco, 1985, Dottore di ricerca presso l'Università degli studi della Repubblica di San Marino, collabora con l'Università della Calabria ed è membro del comitato scientifico dell'ICSAIC, dove è anche responsabile della sezione scuola e didattica. Dal 2018 è Deputato di Storia Patria per la Calabria. Fa parte della redazione della rivista «Giornale di Storia contemporanea» e il «Pensiero storico»; dal 2018 anche del Centro studi "Paolo Prodi" per la Storia costituzionale (Università di Bologna). Le sue ricerche hanno ricevuto importati riconoscimenti tra i quali: "Spadolini-Nuova Antologia" a Firenze, "P.P. D'Attorre" a Ravenna, "Troccoli Magna Graecia" e "Amaro Silano" in Calabria. La sua recente monografia Il prefetto e i briganti (Le Monnier-Mondadori) ha ricevuto anche la menzione speciale al premio "Sele d'oro" ed è stata tra le cinque finaliste dell'Opera prima SISSCO nel 2017. Ha pubblicato lavori sulla questione unitaria italiana, il brigantaggio, classi dirigenti liberali, la Prima guerra mondiale, il fascismo, le guerre coloniali, gli internati militari (IMI) e la Resistenza; ha collaborato con il Dizionario biografico degli italiani della Treccani e con l'enciclopedia internazionale 1914-1918-online. International Encyclopedia of the Firt World War.