Crotone
 

Aeroporto di Crotone, senatori Pd: "Ampliare voli e tratte"

I senatori del Pd Ernesto Magorno, Laura Garavini e Salvatore Margiotta hanno presentato un'interrogazione al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per sollecitare "necessarie iniziative - e' scritto in un comunicato - da parte del Governo al fine di ampliare l'offerta dei voli da e per l'aeroporto Sant'Anna di Crotone, creando cosi' le condizioni per un miglioramento della logistica e delle condizioni di accessibilita' e mobilita' di un'ampia area del terrotorio calabrese". "Il trasporto aereo - affermano senatori del Pd - rappresenta indubbiamente il metodo piu' semplice per raggiungere la Regione; l'aeroporto di Crotone e' oggi solo parzialmente attivo, in seguito al fallimento della societa' Sant'Anna, gestore dello scalo. Esistono solamente le tratte Crotone-Pisa tre volte alla settimana dall'1 giugno fino al 31 agosto e Crotone-Bergamo, un volo al giorno fino al 31 ottobre dall'1 giugno 2018 fino al 31 agosto ha viaggiato un numero di passeggeri pari a 56 mila, mentre, quando l'aeroporto era a pieno regime, in un anno hanno viaggiato circa 260 mila passeggeri".

"In un incontro avuto con la Sacal, oggi ente gestore dello scalo crotonese, il presidente della societa' - e' detto nel comunicato dei tre parlamentari del Pd - ha detto chiaramente che l'unica possibilita' per far funzionare l'aeroporto di Crotone e' il provvedimento di continuita' territoriale; il decreto sulla continuita' territoriale, emanato dal Governo pro tempore Gentiloni consentiva le due rotte Crotone-Milano e Crotone-Roma. Chiediamo, dunque, quali azioni il Governo intenda porre in essere per consentire la piena attuazione del decreto sulla continuita' territoriale e l'avvio di ulteriori rotte, impedendo l'isolamento della Calabria".