Crotone
 

Cirò (Kr), maltempo, rete fognaria in tilt. Sindaco ordina pulizia fossi

"Maltempo, rete fognaria in tilt a causa del bloccaggio delle pompe di sollevamento e gravi disagi in alcune zone, l'ufficio tecnico sta procedendo con la richiesta di somma urgenza. - Un garage a fuoco perché colpito da un fulmine; contrada S.Elia isolata; strade allagate e sommerse dal fango; abitazioni fatiscenti a rischio crollo; principi di frane registrate sul territorio. Sono, queste, alcune delle criticità sulle quali l'unità COC (Centro Operativo Comunale) riunita dalle prime ore di questa mattina (venerdì 5), è prontamente intervenuta per risolvere le diverse emergenze causate dal maltempo. - Ordinata la pulizia dei fossi ai proprietari dei terreni".

È quanto fa sapere il Sindaco Francesco Paletta informando che gli operatori sono intervenuti e stanno continuando ad intervenire anche sulle strade di competenza non strettamente comunale per liberare il manto da fango e detriti e che al momento la maggiore preoccupazione è rappresentata dalla frana sul costone di via A. De Gasperi, zona monitorata dalla Protezione Civile dal 2011 e che attende da oltre 5 anni di essere messa in sicurezza.

Ricevuta la comunicazione da parte della protezione civile regionale del superamento dei livelli pluvimetrici previsti il Primo Cittadino continua a raccomandare prudenza ed invita la popolazione a non mettersi sulla strada se non per stretta necessità.

Entro il 15 ottobre tutti i proprietari o conduttori di terreni frontisti di strade comunali, interpoderali e/o vicinali sono obbligati alla completa ripulita dei fossi dalle erbacce e da qualsiasi ostacolo o impedimento, alla sagomatura dello stesso con quote adeguate alla portata di acqua che devono smaltire, alla pulizia dei tombini e ponticelli di passi carrabili. Coloro che svolgono lavorazioni agricole devono rispettare le distanze dal ciglio del canale così come previsto dalla legge, qualora si ostruisca il fosso si deve procedere al ripristino immediato del regolare flusso. È quanto contenuto nell'ordinanza sindacale per la manutenzione di fossi, ripe ed in materia di condotta delle acque e di canali artificiali, regimentazione opere idrauliche e pulitura margini nel territorio comunale firmata dal Primo Cittadino ieri (giovedì 4).