Crotone
 

"Stige", il 26 ottobre l'udienza preliminare: 188 gli indagati

Capi, vertici e sodali della cosca "Farao-Marincola" di Cirò, nel Crotonese, compariranno davanti al gup di Catanzaro il prossimo 26 ottobre per l'udienza preliminare del processo che fa seguito all'operazione denominata "Stige".

188 gli indagati per i quali l'antimafia ha chiesto il rinvio a giudizio.

Una cosca, secondo l'accusa, con addentellati nel Nord e Centro Italia (Emilia-Romagna, Veneto, Lazio, Lombardia) e in Germania (Laender dell'Assia e del Baden-Wuerttemberg) e infiltrata in diversi settori economici e grazie alla connivenza di imprenditori compiacenti. Nella rete degli investigatori sono finiti politici e imprenditori oltre a vertici e presunti affiliati alla cosca.

I politici sono accusati, a vario titolo, di avere ottenuto vantaggi elettorali dalla consorteria e di essersi piegati ai desiderata della cosca attraverso i loro poteri istituzionali, manipolando bandi di gara in favore degli imprenditori prestanome dei Farao-Marincola. [...] La cosca sarebbe diventata una vera e propria "holding criminale", capace di controllare vari settori dell'impresa dai rifiuti, agli appalti pubblici, dal commercio di prodotti alimentari e vinicoli, anche all'estero, ai servizi funebri. Un giro d'affari per milioni di euro.