Crotone
 

Aeroporto di Crotone, Barbuto (M5S): “Non consentire altre mortificazioni del diritto alla mobilità dei cittadini”

"Ieri i componenti della commissione trasporti M5S della Camera hanno incontrato lo staff dirigenziale dell'Enav, la società che gestisce il traffico aereo civile in Italia nella sede della società". Così la deputata crotonese Elisabetta Barbuto che ha partecipato all'incontro. "Il presidente di Enav Roberto Sgaramella, l'amministratore delegato Roberta Neri, e il direttore generale Massimo Bellizzi, coadiuvati dal responsabile delle relazioni istituzionali, Daniele Fortuna - è detto in un comunicato - hanno illustrato ai parlamentari l'attività dell'ente ed il piano industriale decennale societario. Già nell'incontro di ieri si è, comunque, parlato dello scalo aeroportuale di Crotone, più volte citato dal presidente nel corso del suo intervento ed è stata ampiamente sottolineata, da parte della portavoce crotonese, la ferma intenzione di non consentire ulteriori mortificazioni del diritto alla mobilità dei cittadini della fascia jonica e di voler rafforzare la voce degli stessi e la richiesta di trovare una soluzione di stabile operatività e fruibilità dello scalo così come i locali comitati chiedono da diverso tempo tenendo alta l'attenzione dei media sulla vicenda".

"Pertanto i vertici Enav hanno dichiarato la loro massima disponibilità - riporta ancora la nota - per quanto attiene alle loro competenze, ad un successivo incontro nell'immediato futuro con la portavoce crotonese che, tuttavia, ha già avuto modo ieri di esporre varie criticità che lo scalo vive quotidianamente da quando è stato riaperto, oltre alle annose problematiche inspiegabilmente irrisolte e tramandate dal passato, come, in maniera esemplificativa e non esaustiva, il collaudo e l'operatività del sistema Ils, il sistema elettronico di terra e di bordo ideato per guidare gli aeromobili nella fase finale di un avvicinamento strumentale di precisione verso la pista di un aeroporto soprattutto in condizioni di bassa visibilità, mai attivato". Elisabetta Barbuto, al termine, ha dichiarato che "l'incontro con l'Enav è solo uno dei tanti che intendo affrontare con tutti i soggetti coinvolti nella vicenda per studiare congiuntamente tutte le possibilità concrete di una stabile fruibilità dello scalo aeroportuale. Ho anche rinnovato – conclude – la mia ferma intenzione di procedere in collaborazione con i comitati e con tutti i cittadini".