Crotone, il 21 maggio alla Camera di Commercio la presentazione di “Mnemosine, Festival della Memoria”

Siamo la nostra memoria. Crotone la città di Pitagora apre le porte del sapere sulla salute mentale al grande pubblico con workshop, incontri e spettacoli, dal 23 al 26 maggio 2018 a ingresso gratuito, con l'assegnazione di 25 crediti ECM.
La manifestazione introduce la riflessione sulle neuroscienze a Crotone per offrire un contributo di idee non solo agli specialisti ma soprattutto alle famiglie, ai gruppi e alle persone consapevoli che il disagio mentale e le nuove terapie devono riguardare tutti e si possono individuare in maniera tempestiva.
L'Alzheimer colpisce una persona ogni 4 secondi nel mondo e nella classifica mondiale dei problemi da risolvere è al secondo posto dopo la scarsità dell'acqua. I disturbi dello spettro autistico in aumento, coinvolgono oltre 500 mila famiglie, mentre le problematiche dell'adolescenza e del neuro sviluppo nell'età evolutiva registrano un incremento ed esigono la massima attenzione. Le quattro giornate della rassegna rappresentano un importante momento di informazione/formazione e si avvalgono del patrocinio del Comune di Crotone e dell' Ordine dei medici della provincia di Crotone.

L'evento ha il sostegno del Centro Turano e della CCIAA di Crotone e opera in collaborazione con Comune di S. Severina, Avis di Crotone, ISAAC Italy e Associazione italiana dislessia di Crotone.
La Direzione Scientifica di MNEMOSINE Festival della Memoria è del Dr. Carmelo Turano, neurologo e neurochirurgo specializzato in Usa e Canada. L'ideazione è della FONDAZIONE TURANO, con sedi a Lugano, Roma e Crotone, costituita principalmente per la ricerca e la divulgazione delle Neuroscienze. L'organizzazione vedrà impegnati gli allievi crotonesi del Corso di Formazione in Health, Culture & Tourism Management tenuto a partire dallo scorso gennaio dal Consorzio Universitario HUMANITAS e dalla Fondazione Ozanam di Roma per iniziativa del Centro Turano.
I convegni si svolgono al Lido degli Scogli con il confronto di opinioni fra illustri accademici, pubblico e specialisti del territorio calabrese. Verranno presentate le metodologie di intervento terapeutico fortemente innovative, attraverso la Comunicazione Aumentativa Alternativa e nuovi dispositivi tecnologici.
Gli spettacoli al Teatro Apollo metteranno in scena casi clinici, per misurare l'impatto emotivo dei problemi mentali sulla coscienza individuale e collettiva.
Gran finale con l'attore Giancarlo Giannini, grande interprete del film IL MALE OSCURO del regista Mario Monicelli.

Creato Giovedì, 17 Maggio 2018 14:13