Crotone
 

"Stige", Sinistra Italiana Crotone: "Occorre moto di dignità"

La segreteria provinciale Crotone di Sinistra Italiana interviene sui fatti di recente cronaca giudiziaria, esprimendo forte preoccupazione per la situazione democratica del territorio.

Le indagini svolte dalla DDA di Catanzaro hanno evidenziato una forte commistione tra la vita delle pubbliche amministrazioni e la criminalità organizzata, quest'ultima centro di interessi reale della politica locale, in grado di veicolare risorse economiche e consensi.

"Non vogliamo entrare nel merito dell'attività della magistratura ed ogni responsabilità penale sarà vagliata dagli organi competenti, fermo restando la presunzione costituzionale di non colpevolezza, che impone un atteggiamento responsabile e garantista. Non possiamo però ignorare le responsabilità politiche di un intero sistema di interessi che coinvolge la vita pubblica delle istituzioni e delegittima l'azione amministrativa e di governo di questo nostro territorio. Un cancro politico diffuso attanaglia la democrazia, la rappresentanza e la libertà di scelta e dei cittadini, un paradosso democratico non ulteriormente accettabile. Occorre un moto di dignità da parte delle forze politiche sane di questo Paese, teso a ripristinare i principi democratici e l'onorabilità delle istituzioni. Chiediamo un gesto di responsabilità a chi governa questo territorio che ha permesso che la violenza e la sopraffazione della criminalità organizzata entrassero di diritto nelle istituzioni, un passo indietro, un mea culpa responsabile quanto ormai imprescindibile per ricostruire le sorti di una provincia che ha bisogno di aria nuova e pulita, priva di compromessi mafiosi" afferma la Segreteria Provinciale di Sinistra Italiana Crotone.