Cosenza
 

Regionali, Anna Maria Bernini a Corigliano-Rossano per Jole Santelli: “La Calabria utilizzi tutte le sue risorse. Lavorare su sanità e ritorno dei cervelli”

bernini santelli"Innanzi tutto i problemi della Calabria intendiamo affrontarli, cosa che non e' stata fatta in questi cinque anni di centrosinistra. Non ci piace la formula un uomo solo al comando, che non solo non ha funzionato, ma ha generato ulteriori patologie in una Calabria che ha cose meravigliose da offrire all'Italia e al mondo e aspetta solo un'occasione di riscatto". Cosi' la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini, oggi a Corigliano Rossano per una manifestazione a sostegno della candidatura di Jole Santelli a presidente della Regione Calabria.

"A me - ha aggiunto - e' piaciuto moltissimo il programma di Jole Santelli e della coalizione. Jole dice un cosa giustissima: 'Non abbiamo piu' tempo'. Abbiamo esaurito quel tempo che forse consentiva alla Calabria di vivere ancora di quello che ha, delle sue meravigliose e straordinarie risorse naturali. Adesso bisogna lavorare, sull'occupazione, sui giovani, sul ritorno dei cervelli, sulle infrastrutture, bisogna lavorare su quel comparto sanitario che esiste, perche' i bravi medici ci sono. Il problema e' che purtroppo le strutture non sono state gestite come dovevano. Io vengo da una regione, l'Emilia Romagna, dove si dice che la sanita' e' buona. Si e' buona, sono bravi i medici, ma e' a pagamento, quindi e' una sanita' solo per chi se la puo' permettere. Noi abbiamo tanti calabresi che purtroppo vengono in Emilia Romagna a fare viaggi della speranza, nel dolore e nella sofferenza, per curarsi. Non deve piu' essere cosi'. Bisogna che la Calabria utilizzi tutte le sue risorse, che sono tantissime. Io sono una fan della Calabria".
"Oltre alle universita' pero' - ha concluso Anna Maria Bernini - ci deve essere il lavoro, quindi creerei, anzi Jole creera', nuove opportunita' per quei giovani che si formano nelle universita', nelle scuole tecniche, nelle scuole professionali, che sono in grado di giovarsi delle grandi risorse che la Calabria ha, facendo start up innovative e riportando in Calabria quello che i calabresi bravi stanno facendo fuori".

"Il Governo nazionale – ha poi detto la capogruppo degli azzurri al Senato, soffermandosi sulle questioni nazionali e di politica estera - e' un branco di dilettanti allo sbaraglio che sta facendo a tutti i livelli dei danni terribili al Paese. Un Governo che non ha una politica economica, non ha una politica di sviluppo, non ha una politica estera. In Libia stiamo perdendo tutto quello che avevamo. Berlusconi faceva una grande politica di amicizia con la Libia che faceva si' che le imprese di Stato e tutti gli imprenditori privati che seguivano facessero delle ottime operazioni economiche. Ora la Libia se la stanno spartendo la Russia e la Turchia ed il nostro Governo guarda e dice cose inutili. Dunque un Governo inutile che deve andare a casa il piu' presto possibile. Non so se sono stata chiara, questo Governo non mi piace".