Cosenza
 

Amministrative Corigliano Rossano (Cs), Caroli (Città positiva): “Laboratorio politico-culturale che sceglie Promenzio”

"Nuova, moderna, futura... Tanti sono stati gli aggettivi svariatamente abusati nelle campagne elettorali finora succedutesi, tali da contribuire ad alimentare la disaffezione dell'elettorato nei confronti della politica e delle istituzioni. Suona allora simbolica quanto significativa la scelta perpetrata da un cospicuo gruppo di cittadini, perlopiù giovani appartenenti al mondo delle professioni e della società civile, di testimoniare una presenza e un impegno nient'affatto nuovo in ambito locale. 'Città Positiva'. Questo il nome del sodalizio che ha in Andrea Caroli, stimato operatore commerciale, il suo portavoce e che ha scelto di partecipare alle Amministrative del prossimo 26 maggio a sostegno di Gino Promenzio". E' quanto si legge in una nota della formazione politica 'Città positiva', in vista delle prossime elezioni al Comune di Corigliano Rossano (Cs).

"Città Positiva. Già la denominazione del nostro gruppo politico – dichiara Caroli – spiega in modo esaustivo la concezione di comunità che s'intende costruire, un tessuto sociale e un territorio da formare giorno per giorno sulla base di alcuni valori fondanti e nell'ottica di un confronto incentrato sull'unità di contenuti e obiettivi programmatici pur nella pluralità di provenienze e attitudini. Chi ci conosce ben comprende la nostra concezione di "squadra" affiatata, improntata alla coesione sociale ininterrottamente da anni e senza mai perseguire alcun tornaconto personale. Oggi, dinanzi a tale cruciale fase storica per i destini di ciascuno di noi, alla vigilia dell'elezione del primo Sindaco e del primo Consiglio comunale della nuova città di Corigliano-Rossano, ecco la nostra scelta di esserci, con passione e abnegazione e mai per diletto, a sostegno di Gino Promenzio, apprezzato professionista animato da un'autentica e sana passione per i destini della "res publica", il quale ha improntato sul binomio "Regole-Bellezza" un articolato e innovativo disegno di sviluppo dell'unica città in divenire. Programma che non possiamo che condividere e far nostro, poiché partecipato e frutto di una moltitudine di esperienze emozionali e percorsi umani, culturali e politici che fanno della differenza una ricchezza e della varietà il valore aggiunto che a questa città ad oggi mancava. Siamo noi la vera "Costituente" che ha a cuore le sorti di un territorio che chiede solo voce, coraggio e un'autorevole guida".