Cosenza
 

L’Ancri Cosenza promuove il tema della prevenzione sociale per lo sviluppo della democrazia

La Sezione Territoriale di Cosenza "Cav. Uff. Mario Metallo" dell'Associazione Nazionale Insigniti Ordine al Merito della Repubblica Italiana ha organizzato un importante simposio di studi su "La Prevenzione Sociale per lo Sviluppo della Democrazia", che si terrà il prossimo sabato 24 novembre, alle ore 17.00, presso la sala conferenze del Village Hotel "La Principessa" di Amantea.

Molto ricco il programma di interventi stilato dal comitato scientifico dell'evento, diretto dal dirigente medico ASP di Cosenza e Specialista in Oncologia, Sisto Milito, e dai componenti: Pierfelice Degli Uberti, presidente della Confederazione Internazionale di Genealogia e Araldica; Ferdinando Verardi, responsabile della sede Unipegaso Cosenza; Francesco Saverio Sesti, docente della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Roma III Tor Vergata; Claudio De Luca, docente dell'Università della Basilicata; Barbara Capone, biologa nutrizionista; Luigi Lupo, presidente dell'Associazione "Calcia l'Autismo" e direttore di "Una Voce dall'UniverSociale".

I lavori, moderati dal giornalista Valerio Caparelli, saranno aperti dai saluti istituzionali del Sindaco di Amantea, Mario Pizzino, e dal Prefetto di Cosenza, Paola Galeone, e proseguiti dai saluti introduttivi di: Angelo Cosentino, presidente di ANCRI Cosenza; Tommaso Bove, presidente ANCRI Nazionale; Raffaele Mauro, Direttore Generale dell'ASP di Cosenza; Vincenzo D'Anna, presidente dell'Ordine Nazionale dei Biologi; Eugenio Corcioni, presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Cosenza; Giuseppe Licciardi, presidente dell'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Cosenza.

Di altissimo livello scientifico, tecnico, pedagogico e sociologico gli interventi previsti, a partire dall'ambito medico.

Le relazioni saranno aperte, infatti, da Franco Graziano dell'Istituto Nazionale Tumori "Regina Elena" di Roma, che tratterà de "La prevenzione e la diagnosi precoce in senologia". Seguiranno nel programma di interventi: Anna Giorno, Responsabile U.O.S. Screening Oncologici e Registro dei Tumori dell'ASP di Cosenza, che relazionerà su "La prevenzione delle patologie oncologiche, tra prevenzione primaria, secondaria e terziaria"; Giovanni Perri, medico chirurgo specialista in radiologia, che interverrà su "La prevenzione nell'ambito della radio-diagnostica dei tumori; Domenico Milito, docente di Didattica Generale e Pedagogia Speciale dell'Università della Basilicata, con una relazione su "La prevenzione nella sua caratura pedagogica-didattica"; Giuseppe Spadafora, docente di Didattica Generale presso l'Università della Calabria che approfondirà il tema de "La prevenzione educativa come problema della Democrazia"; Gaetano Osso, referente per la Geologia del Dipartimento Arpacal di Cosenza, che tratterà de "La prevenzione dagli inquinamenti: il suolo"; Carlo Tansi, ricercatore CNR, con un interessante intervento su "Protezione Civile nella terra della 'ndrangheta"; Giuseppe Patania, direttore dell'Ispettorato Territoriale Lavoro per Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria, che disserterà su "La prevenzione del lavoro nero e il fenomeno del caporalato"; Eugenio Facciolla, Procuratore della Repubblica di Castrovillari, che parlerà di "Efficienza della giustizia e difesa della Costituzione"; Ludovico Abenavoli, docente di Gastroenterologia dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, che relazionerà su "La prevenzione e la dieta: le malattie dell'apparato digerente"; Federico Infascelli, docente di Nutrizione e Alimentazione Animale dell'Università Federico II di Napoli, che interverrà su "La prevenzione degli alimenti di origine animale per la salute dell'uomo"; Giuseppe Curia, docente incaricato di Zootecnica e miglioramento genetico dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, che concluderà con "La prevenzione nei prodotti di origine animale: caratteristiche dietetico-nutrizionali".

La frequenza del congresso e della successiva giornata di formazione è riconosciuta ai fini dell'aggiornamento per i docenti di ogni ordine e grado.