Cosenza
 

Forza Italia, consiglieri comunali di Rende insorgono: “Da Santelli e Occhiuto metodi prepotenti. Intervenga Berlusconi”

"È veramente di inaudita gravità il comportamento tenuto dal coordinatore regionale di Forza Italia Iole Santelli nonché vice sindaca del candidato alla presidenza della regione Mario Occhiuto. Si ripete la stessa situazione delle elezioni politiche scorse, Occhiuto e la Santelli fanno coppia fissa per turlupinare tutta la base e gli elettori di Forza Italia ed occupare impropriamente posti al sole nel Parlamento e senza tener conto di nessuna delle istanze avanzate in questi giorni a favore di altri candidati ed aree molto forti del partito. Questa volta però non ci saranno distratti dirigenti nazionali a fare le liste ma il popolo calabrese dovrà e saprà valutare con attenzione le prepotenze messe in atto da questa fallace coppia".

"Ha ragione il Senatore Fazzone, coordinatore regionale del Lazio di Forza Italia, quando dice che la Calabria e Forza Italia soprattutto, per poter vincere hanno bisogno di tutte le forze del centro destra e di tutte le aree che hanno portato voti alla bandiera di Forza Italia. La designazione di Occhiuto va invece in direzione opposta: un atto prepotente imposto ad una cerchia di dirigenti locali che pensano solo al loro tornaconto personale invischiandosene dei problemi della Calabria. I consiglieri comunali di Rende chiedono al presidente Berlusconi e all'onorevole Tajani, entrambi allo scuro di queste poco chiare manovre, di intervenire e di porre fine a questi atti prepotenti che stanno solamente provocando allontanamenti e diverbi negli elettori e nella base di Forza Italia. Ci si aspetta un gesto riparatore prima che sia troppo tardi". Lo affermano in una nota i consiglieri comunali di Rende Mario Bruno, Mario Bartucci, Enrico Monaco, Annarita Pulicani e Serena Russo.