Cosenza
 

Corigliano-Rossano (Cs). Contrasto alla ludopatia. Limitati gli orari per le sale giochi: sanzioni fino a 6mila euro per i trasgressori

Prevenzione dell'usura connessa al gioco d'azzardo patologico, limitazione negli orari per sale giochi e scommesse, sale bingo ed esercizi commerciali con apparecchiature di videolottery. Sanzioni fino a 6 mila euro.
È quanto contenuto nella delibera del Commissario Prefettizio, Domenico Bagnato, approvata con i poteri del Consiglio Comunale, con l'obiettivo di prevenire e contrastare il rischio della dipendenza del gioco d'azzardo patologico e contribuire alla lotta alla ludopatia minorile.

Nelle sale da gioco, nelle sale scommesse, negli esercizi pubblici e commerciali, nei circoli privati e in tutti i locali pubblici o aperti al pubblico in cui sono presenti o comunque accessibili le forme di gioco a rischio di sviluppare dipendenze è possibile utilizzare le apparecchiature, al mattino, dalle 9 alle 12 e, al pomeriggio, dalle 17 alle 22. Nelle rivendite di generi di Monopolio dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.Il mancato rispetto delle limitazioni all'orario può essere soggetto alla sanzione amministrativa da 500 a 1500 euro per ogni apparecchio.
Il gioco e l'utilizzo di apparecchi e congegni meccanici ed elettromeccanici, attivabili con moneta, con gettone o con altri strumenti di pagamento è vietato ai minori di diciotto anni. I titolari degli esercizi commerciali devono esporre all'interno del locale l'apposito cartello indicante il divieto. La violazione può essere sanzionata dalle 2mila alle 6mila euro.