Cosenza
 

Cassano (Cs), tutto pronto per la manifestazione “Sicurezza, Legalità e Solidarietà”

Tutto è pronto nella città di Cassano All'Ionio, per la manifestazione su : "Sicurezza, Legalità e Solidarietà" – Cassano All'Ionio contro l'Estorsione e l'Usura in calendario per venerdì 19 ottobre prossimo, dalle ore 16:00 alle ore 18:00, nel Teatro Comunale, nel cui ambito, alla presenza del senatore Luigi Gaetti, Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Interno, sarà firmato il "Protocollo d'intesa per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni dell'usura e dell'estorsione nella provincia di Cosenza", tra la Prefettura di Cosenza, L'Ufficio del Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura – Dipartimento del Tesoro – MEF (Prevenzione Utilizzo Sistema Finanziario per fini illegali), il Comune di Cassano Allo Ionio e la locale Fondazione Antiusura "S. Matteo Apostolo" Onlus. L'importante evento, vedrà protagonisti il Prefetto di Cosenza, Paola Galeone, il Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari, Eugenio Facciolla, il Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, Domenico Cuttania, il Vescovo della Diocesi di Cassano, Monsignor Francesco Savino, anche quale presidente onorario della locale Fondazione Antiusura "San Matteo Apostolo", insieme al Presidente della Fondazione, Francesco Marzano, la Dirigente del M.E.F.

"Prevenzione utilizzo sistema finanziario per fini legali", Lavinia Monti e la Commissione Straordinaria del Comune di Cassano All'Ionio, composta da Mario Muccio, che avrà il compito di coordinare i lavori, Roberto Pacchiarotti e Rita Guida.

L'iniziativa, prende corpo dalla ravvisata necessità di rafforzare l'azione di prevenzione, prestando particolare attenzione all'ascolto di chi manifesta una situazione di disagio. Con la sottoscrizione dell'atto, le parti in questione si impegnano a istituire ovvero a potenziare, nell'ambito delle proprie specifiche competenze, uno "Sportello Prevenzione Usura e sovraindebitamento delle famiglie a favore dei soggetti che versano in condizioni di disagio, originate da motivi economici reali o comunque riconducibili alla situazione di crisi economica, anche causate da dipendenze patologiche e/o da fatti criminali altrui quali, ad esempio l'estorsione, per i quali si intende scongiurare il ricorso a forme illegali di provvista di denaro.

Lo Sportello, oltre a fornire informazioni circa i benefici presenti per le vittime dell'estorsione e dell'usura, avrà lo specifico compito di: fornire informazioni di carattere generale in ordine alla Legge n. 3/2012 e alla procedura attivabile presso lo Sportello medesimo; proporre all'utente/imprenditore la compilazione di un questionario preliminare per l'esame delle domande di composizione delle crisi da sovraindebitamento; comunicare periodicamente al Prefetto di Cosenza le istruttorie effettuate dallo Sportello riguardanti le istanze ai sensi della Legge n. 3/2012 ovvero ogni altra iniziativa volta comunque alla risoluzione delle problematiche oggetto del Protocollo; sostenere attraverso i Servizi Sociali Comunali, i soggetti interessati i relativi nuclei familiari, al fine di garantire unitamente ai Servizi Sanitari e Scolastici, ove necessario, una presa in carico individualizzata ed integrata. Il Comune di Cassano allo Ionio, dal canto suo, altresì, si impegna, d'intesa con la Prefettura di Cosenza, a promuovere – ove del caso - ogni ulteriore iniziativa, ai fini della pianificazione di misure ed azioni preventive mirate, in tema di contraffazione, corruzione, usura ed estorsione, temi, in parte, che presentano punti in comune e si impegna sin da ora ad agire in pieno coordinamento con gli altri soggetti che vorranno in seguito aggiungersi. Le Parti, si impegnano, inoltre, a diffondere sul territorio particolari strumenti comunicativi, come i vademecum, anche in formato elettronico, per l'attuazione di campagne informative sull'utilizzo dei fondi di prevenzione antiusura, con la collaborazione di tutti i soggetti sociali interessati ed in collegamento con i Confidi del Commercio, dell'Industria e dell'Artigianato, nonché dell'associazionismo. L'Intesa tra le parti, prevede, infine, che entro un anno dalla sottoscrizione del Protocollo, la Prefettura di Cosenza e il Comune di Cassano allo Ionio valuteranno i risultati raggiunti, informando nel contempo la Direzione V^ del M.E.F. – Dipartimento del Tesoro, anche al fine di apportare le eventuali modifiche allo stesso, nell'intento di renderlo sempre più incisivo per il conseguimento delle finalità in premessa indicate.