Cosenza
 

Tortora (Cs), nuove proposte per la valorizzazione del centro storico

La settimana scorsa, l'Amministrazione Comunale di Tortora ha presentato la proposta "Tortora, la porta della cultura calabrese", a valere sull'avviso pubblico per il sostegno di progetti finalizzati alla valorizzazione dei Borghi della Calabria.

"La proposta si basa su un progetto integrato che, grazie ad una approfondita analisi dei problemi e delle opportunità, ha messo in evidenza come sia necessario intervenire su uno sviluppo e una valorizzazione del Borgo che possa sfruttare le enormi opportunità del territorio per produrre presenze e nuove economie.
Il Centro Storico di Tortora non è, infatti, una monade bensì è parte di un insieme più ampio, di un'entità territoriale diffusa nella quale il Borgo deve diventare il centro dal quale partono e si sviluppano le reti territoriali legate alla cultura e al turismo.
Una tale strategia, pensiamo sia l'unica in grado di invertire le rotte di visitatori e di turisti che oggi arrivano alla marina di Tortora ma che, tuttavia, solo in parte si dirigono durante la loro permanenza anche verso il Borgo.
Il territorio si presta bene a una visione che, cogliendo le opportunità offerte dalle tecnologie digitali, veda il Borgo come "Centro Stella" dal quale partono le direttrici che conducono alla visita della rete costituita dai nodi culturali e naturali de territorio.
Un territorio che è ricco di nodi significativi: sentieri naturali, flora, fauna, grotte, fiumi, spiagge, mare, scavi archeologici, chiese, palazzi signorili, portali litici, convento, museo, produzioni enogastronomiche locali.
La consistenza del patrimonio culturale e naturale di Tortora ha condotto, al termine delle fasi di analisi, a scegliere l'idea del Museo diffuso a cielo aperto come strategia vincente e appropriata per il territorio.
Un Museo diffuso dunque che consenta di raccontare, su base tematica, il territorio a partire dal Borgo di Tortora, valorizzandone tutti gli aspetti caratteristici e distintivi.
Il progetto si sviluppa attraverso l'individuazione di cinque percorsi tematici che vengono armonizzati tra di loro, valorizzando le risorse culturali e naturali presenti, dal patrimonio librario alla fauna locale, dai reperti archeologici alle produzioni locali, affinché ciascuna di esse rappresenti una tappa significativa ed un momento diverso ma coerente di una comune identità culturale e territoriale.

Gli itinerari tematici individuati per il Museo diffuso sono:

a) Cultura – Passeggiando nel tempo
b) Natura – Lo scrigno del Mediterraneo dal Pollino al Tirreno
c) Religiosità – Il silenzio e la preghiera
d) Cibo - Arte culinaria e cultura enologica
e) Creatività – Genio, innovazione e fantasia
Questa polifonia culturale viene realizzata attraverso la riqualificazione, il miglioramento, l'accessibilità, la sistemazione di aree a verde e l'arredo urbano, l'efficientamento energetico, la creazione d'illuminazioni cromatiche a disegnare i percorsi e a valorizzare i punti d'interesse del Centro Storico di Tortora, oltre a vari servizi per il potenziamento dell'offerta turistica e per l'accoglienza dei visitatori, quali l'organizzazione di itinerari ricreativo/turistico-culturale e di iniziative ricreative, culturali e didattiche, anche in collaborazione con associazioni culturali, reti di imprese, università, istituzioni scolastiche.
Nel complesso, gli interventi prevedono una spesa di € 1 303 590,13, a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione – FSC e di € 40 317,22, come cofinanziamento a Carico dell'Amministrazione Comunale".