Cosenza
 

Tragedia Gole del Raganello: il bilancio delle vittime sale a 11

goledelraganellotg3Sono 11 le vittime accertate della tragedia avvenuta ieri sul torrente Raganello, a Civita (Cosenza). Lo conferma la Protezione civile calabrese. Nella notte e' morto un uomo che era stato trasportato in gravi condizioni nell'ospedale di Cosenza.Intanto e' iniziata la fase del riconoscimento dei cadaveri, che sono stati portati nella palestra della scuola del paese. Le ricerche, continuate anche nella notte alla luce delle fotoelettriche dei Vigili del fuoco, proseguiranno anche oggi per tentare di trovare le cinque persone che risultano ancora disperse.

Sono andate avanti per tutta la notte le attività di ricerca nella zona delle Gole del Raganello, in Calabria, teatro della tragedia di ieri. Nella notte una delle persone rimaste ferite gravemente è deceduta nell'ospedale di Cosenza in conseguenza di un trauma toracico portando a 11 il numero delle vittime accertate. "I dispersi in questo momento - ha precisati il capo della Protezione civile calabrese Carlo Tansi - sono cinque e la difficoltà ad avere un quadro chiaro di chi manca all'appello è dovuta al fatto che gli escursionisti erano in gruppi sparsi. Molte segnalazioni sono pervenute nella notte al nostro numero verde. Tutte le vittime sono state identificate e, al momento, le persone ricoverate sono undici e si trovano negli ospedali di Castrovillari quelli meno gravi e di Cosenza quelli più gravi (cinque) e uno a Rossano. Le ricerche non si sono mai interrotte e sono andate avanti tutta la notte. Con la luce del giorno è più facile procedere". La palestra comunale di Civita da ieri sera sta accogliendo le salme delle vittime che sono state tutte identificate. Una folla commossa si è raccolta davanti alla struttura dove si è svolto il riconoscimento da parte dei congiunti.

Una folla di parenti ed amici delle vittime delle Gole del Raganello si è radunata davanti alla palestra comunale di Civita (Cosenza), dove sono state raccolte le salme delle dieci vittime. All'interno della struttura sportiva si sta procedendo al riconoscimento dei morti. All'esterno della palestra prevale il silenzio, rotto solo dalle urla di disperazione di alcuni dei congiunti presenti.

E' stato trasferita nella notte in eliambulanza nell'ospedale Cardarelli di Napoli, la bambina rimasta ferita ieri per l'onda di piena nelle Gole del Raganello. La decisione è stata presa in considerazione della gravità delle sue condizioni, dovuta all'ingestione di fango e sabbia. Per lo stesso motivo è ricoverata nel reparto rianimazione dell'ospedale di Cosenza la 24enne di Trebisacce, salvata ieri dai soccorritori. Gravi sono anche quattro uomini politraumatizzati. Sulla regione di provenienza dei feriti, così come delle vittime, ancora c'è incertezza, visto che praticamente nessuno aveva con se documenti di identità dal momento che si erano recati a percorrere a piedi un torrente.