Cosenza
 

Ztl Città Storica di Cosenza, il Movimento “Noi” con l’Arcivescovo Nolè

Il Movimento politico NOI si unisce al grido di allarme lanciato da Sua Eccellenza l'Arcivescovo Mons. Francesco Nolè riguardo l'istituzione della zona a traffico limitato nel centro storico di Cosenza." La città storica – afferma il Movimento – è stata in questi anni totalmente abbandonata e la poca attenzione ha fatto sì che si accumulassero debolezze e povertà sociali che hanno raggiunto livelli allarmanti.

Le opere pubbliche incompiute si trovano, non a caso, proprio nel centro storico di Cosenza. Il già debole tessuto economico e sociale che esiste viene colpito a morte da un provvedimento amministrativo, come quello della ZTL. In questo momento, questo provvedimento che di fatto deprime il centro storico, è ingiustificato e dannoso. L'amministrazione comunale di Cosenza con a capo il Sindaco Occhiuto ha più volte dimostrato, in campo di traffico e di trasporti, di non essere in grado non solo di affrontare l'ordinarietà ma anche di non riuscire a sopperire a mancanze strutturali della città in campo di mobilità. Tutti i provvedimenti adottati in materia di traffico sono stati causa di ingorghi, proteste e soprattutto di aumento di traffico e di inquinamento atmosferico. Ciò, sta a dimostrare l'inadeguatezza in materia di urbanistica del Primo Cittadino.

A Settembre, a comunicarlo sarà il fior fiore del mondo Accademico. Quest'ultimo provvedimento, però, ha anche del diabolico, nel momento in cui decreta la fine di poche e rare iniziative economiche, frutto di enormi sacrifici da parte di commercianti e abitanti del centro storico di Cosenza e soprattutto impedisce una sana mobilità urbana di chi il centro storico dovrebbe viverlo nel quotidiano. Con questo provvedimento crediamo che si aprano le porte del defenestramento della Giunta Occhiuto".