Cosenza
 

Corigliano-Rossano (Cs), Graziano (Il Coraggio di Cambiare l?italia): “Buon lavoro al capogruppo provinciale Russo”

Prosegue incessante il lavoro de Il Coraggio di Cambiare l'Italia in seno al Consiglio provinciale di Cosenza. L'ago della bussola del movimento resta fermo e fisso sulla necessità di saper dare voce alle istanze dei cittadini e dei territori. Anche quando cambiano gli interpreti in un gioco di squadra che è e deve rimanere sempre lo stesso. Stamani (venerdì 22) l'assemblea provinciale ha fatto registrare la surroga del Consigliere Vincenzo Scarcello, coordinatore cittadino Corigliano-Rossano del movimento decaduto a seguito della chiusura dell'esperienza amministrativa dell'allora Comune di Rossano; e al suo posto è entrato un altro amministratore del CCI, il sindaco di Crosia Antonio Russo, che nel governo provinciale continuerà il lavoro già intrapreso dal suo predecessore.

Soddisfatto e consapevole del lavoro svolto finora in Provincia, il presidente nazionale del CCI, Giuseppe Graziano, complimentandosi con il consigliere uscente Vincenzo Scarcello, che ha rivestito anche l'incarico di assessore al bilancio, per il lavoro svolto e porgendo gli auguri di buon lavoro al nuovo capogruppo de Il Coraggio di Cambiare l'Italia in seno al consiglio provinciale, Antonio Russo.

Esce un bomber e ne entra un altro – dice Graziano, utilizzando un eufemismo calcistico per commentare la surroga avvenuta stamani – entrambi ottimi interpreti di un gioco di squadra che deve continuare ad avere un obiettivo: portare nelle istituzioni le istanze della gente. In questo anno di lavoro la Provincia di Cosenza ha avuto il privilegio di avere una gestione di cassa trasparente e partecipata e questo grazie al lavoro posto in essere, insieme al presidente Iacucci, da Vincenzo Scarcello, una delle colonne del nostro movimento nel territorio della Sibaritide, il cui mandato è stato interrotto anzitempo perché immolato in nome di una nobile causa che è quella della fusione di Corigliano-Rossano, essendosi chiusa la parentesi consiliare del comune bizantino. Un lavoro minuzioso – precisa il leader del CCI - ed esemplare, quello di Scarcello, sottolineato a più riprese anche dal Presidente della Provincia Iacucci che nel suo intervento ha elogiato l'attività istituzionale del nostro rappresentante. Ma negli assetti del Consiglio e del governo della Provincia siamo certi, però, che non cambierà nulla. Considerato che a subentrare a Scarcello sarà un altro amministratore laborioso e vicino alla gente qual è il sindaco di Crosia, Antonio Russo. Un altro esponente della Sibaritide che saprà portare nell'amministrazione provinciale le istanze e le esigenze dello Jonio cosentino. A lui porgo gli auguri di buon lavoro, a nome personale e dell'intero ufficio di presidenza del CCI, certo che – conclude Graziano - saprà cogliere e difendere quella staffetta di valori e impegni istituzionali che sono in capo al movimento.

©CMPAGENCY