Cosenza
 

Festa della Bandiera 2018, si alza il sipario a Morano Calabro (Cs)

Quando mancano tre giorni allo start, con la presentazione nella sala riunioni della Camera di Commercio di Cosenza sono terminati ieri gli impegni promozionali propedeutici alla XVI edizione della Festa della Bandiera, manifestazione ormai ai nastri di partenza, calendarizzata per il 18, 19 e 20 maggio prossimi nell'abitato antico di Morano.

Un intreccio tra storia, arte, tradizioni popolari, enogastronomia emergenze architettoniche, paesaggistiche e naturalistiche positivamente valutato e ammesso a finanziamento dall'ente camerale bruzio, che ieri ha ospitato l'ennesima conferenza stampa, l'ultima della fase preliminare. L'iniziativa è stata illustrata in dettaglio dal presidente dell'associazione Cultour, Andrea Magnelli, dal suo omologo della Proloco, Rocco Ingianna, e dall'assessore al Turismo Rocco Antonio Marrone. Fondamentale il contributo offerto dalle diverse rappresentanze pubbliche e private, le quali hanno posto l'accento, ognuno per il proprio ruolo, sui singoli aspetti della kermesse: dal piano di comunicazione a quello degli addobbi, dai riscontri turistici attuali alle proiezioni e ai miglioramenti attesi, dalla cooperazione tra le componenti coinvolte all'intesa tra i soggetti istituzionali.

A parlare in nome e per conto della Camera di Commercio, la dr.ssa Graziella Russo, la quale ha ripercorso le tappe che hanno portato alla selezione dell'evento Festa della Bandiera, da poco istituzionalizzato dal Comune di Morano, e al nuovo modo di impostare la presenza nei territori dell'ente cosentino. In particolare, ha spiegato la dr.ssa Russo, «si vuol individuare il patrimonio immateriale insistente in ambito provinciale, di cui alla definizione contenuta nella "Convenzione internazionale per la salvaguardia dei beni culturali intangibili", adottata dall'Unesco, per il successivo riconoscimento da parte della medesima organizzazione. Si tratta, dunque, di una vera e propria cabina di regia legata al programma #OpenCameraCosenza e finalizzata alla realizzazione di un mosaico composto dai molteplici tasselli che si annidano nella realtà provinciale e candidabili a beni dell'Unesco».

Non si fa attendere la nota di compiacimento dell'Amministrazione comunale. Che mediante il primo cittadino Nicolò De Bartolo, ringrazia il presidente della Camera di Commercio, Klaus Algieri, per la concreta partecipazione, sottolineando la qualità e l'utilità delle proposte adottate negli ultimi tempi nonché l'impatto diretto che queste scaricano nel tessuto sociale, innescando processi innovativi di sviluppo economico e, essenziale per le prospettive future, di complessiva crescita culturale».