Cosenza
 

Siglata intesa per realizzazione "Percorso Antico della fede - Madonna del Pollino"

"Lo sviluppo durevole dell'entroterra non soltanto è necessario e vitale per il rilancio della Calabria intera ma è anche a portata di mano. Il ritorno al centro, restituendo equilibrio alle arre interne e recuperando una qualità della vita oggi in via di rarefazione a valle e sulle coste urbanizzate, resta la sola strategia possibile di crescita eco-sostenibile per i territori. In questo quadro, la promozione dei turismi, tanti quanti i diversi target di turisti intercettabili, rappresenta una delle leve più efficaci, soprattutto per un piccolo comune, per contrastare sin da subito lo spopolamento in atto e mettere in atto una inversione di tendenza virtuosa anche per gli stessi centri urbani".

È quanto dichiara il Sindaco Filomena Di Palma informando che con questa stessa ambizione, nei giorni scorsi, è stato sottoscritto un protocollo d'intesa tra i Comuni di Terranova del Pollino(Pz) ideatore del progetto, Alessandria del Carretto, San Lorenzo Bellizzi ed Albidona per la realizzazione di un "Percorso Antico della fede - Madonna del Pollino" lungo i vecchi sentieri mulattieri che in passato rappresentavano le vie di collegamento tra i paesi e le campagne.

"Con questo progetto – aggiunge il Primo Cittadino - l'Amministrazione Comunale intende contestualizzare inoltre la tradizione del culto Mariano al quale gli albidonesi sono molto legati.

Ogni comune – si legge nel Protocollo – si occuperà di individuare e ristrutturare alloggi fruibili dai pellegrini-turisti con il recupero di edifici abbandonati.

Sarà attivato un laboratorio permanente della memoria e dello spirito con un piano di salvaguardia e promozione del patrimonio storico, artistico, religioso e naturalistico.

Per promuovere il Percorso Antico della fede - Madonna del Pollino - verrà realizzata una sentieristica con la relativa segnaletica sia tradizionale e sia con totem dotati di pannelli solari, saranno realizzati supporti multimediali, libri, cartine geografiche e sito web per la divulgazione e verranno avviate delle attività formative per qualificare persone da impiegare nell'accoglienza, nell'informazione e come visite guidate".